Home Cultura

Anna Magnani come non l’avete mai vista

CONDIVIDI
anna-magnani-come-non-lavete-mai-vista
Anna Magnani (1908-1973) in "Mamma Roma" (foto di Divo Cavicchioli)

Anna Magnani: che cosa non si sa già di lei, una delle più grandi attrici di sempre? Eppure chi avrà l’opportunità (e la fortuna) di visitare la mostra, che Roma dedica a una delle sue figlie più amate, uscirà dal Vittoriano con qualcosa di nuovo, con qualcosa in più. Perché la mostra “Anna Magnani, la vita e il cinema” che sarà aperta fino al 22 ottobre offre anche contenuti inediti, che gettano una nuova luce sulla sua figura. Quella privata, della donna e non solo dell’attrice. E allora ecco le immagini nella sua casa. Dove la protagonista di tanti film fatti per strada ritrovava l’intimità. “Sono contenta di stare qui in casa mia da sola per giorni, quando sono da sola, non mi annoio mai”, raccontava la prima italiana ad aver vinto un Oscar nel 1956 con “La rosa tatuata”.

Materiali preziosi

Ma naturalmente la mostra (a ingresso libero) racconta soprattutto una carriera sfolgorante. Piena di successi, di premi e di personaggi che con lei hanno fatto la storia del grande schermo da Hollywood a Cinecittà. Ci sono i cinegiornali del Luce che documentano la presenza pubblica di Anna Magnani tra festival, manifestazioni di massa e mondanità. E poi le immagini di alcuni dei suoi film più famosi, da” Teresa Venerdì” a “Mamma Roma”. Da “Roma Città Aperta” a “Nella città l’ inferno”. Senza dimenticare quelle che la raccontano protagonista del suo tempo, sotto il profilo sociale e culturale, con altre figure di primo piano di quegli anni. Eccola allora con al fianco Totò o Tennessee Williams, Aldo Fabrizi o Danny Kaye, Abebe Bikila o Elsa De Giorgi, solo per citarne alcuni.

Un mix vincente

“La documentazione di fotogiornalismo e la messa in scena del set del cinema: sono i due estremi che consentiranno al visitatore di apprezzare il massimo spazio di escursione della rappresentazione visiva della Magnani”, spiega il curatore Mario Sesti. “E allo stesso tempo gli consentiranno di scoprire una dimensione domestica e le relazioni sociali che erano gran parte della sua vita.”  Il 24 e il 31 luglio e il 7 agosto saranno proiettati tre film con Anna Magnani. Si tratta di “Mamma Roma” di Pier Paolo Pasolini, “Bellissima” di Luchino Visconti e “L’ amore” di Roberto Rossellini. La visione sarà preceduta da letture di testi di interviste e scritti dell’attrice.

Anna Magnani si racconta

E allora lasciamole ancora la parola, per far scoprire questa artista straordinaria a chi la ricorda solo sul grande schermo. “Non ho fatto mai il minimo sforzo per sembrare un’altra. Le bestie vivono secondo natura e non sbagliano quasi mai. Ho trasportato questa teoria nel campo degli uomini. Anche questa è la verità, non ho mai avuto ambizioni di nessun genere, non sono mai stata invidiosa né del successo, né delle ricchezze altrui. Ho sempre camminato nella vita per sentire in me la gioia di una continua metamorfosi, di un continuo studio di quello che era il mio lavoro e, oserei dire, di un continuo perfezionamento della donna che era in me. Ma la donna, quella che nessuno, dico nessuno, conosce, non è mai cambiata, mai! Piena di difetti, tanti, ma piena di timori, piena di smarrimenti, gli stessi che ho oggi dopo una dura, durissima vita, li avevo a dieci anni. E questo trauma è la cosa che amo di più in me.”

 

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here