Home Attualità

Gianluca Vacchi traballa sui debiti

CONDIVIDI
gianluca-vacchi-traballa-sui-debiti

Gianluca Vacchi, mister enjoy, il fenomeno dei social con 12 milioni di follower inizia a traballare. No, non si tratta di un nuovo passo di danza tra i tanti che l’hanno visto protagonista sul web. Il 50enne nei mesi scorsi si era già visto pignorare 10,5 milioni di proprietà. E in questi giorni sono partite le azioni esecutive nei suoi confronti.

Gianluca Vacchi e Banco Bpm

Tra i beni che ora sono diventati di Banco Bpm (nato dalla fusione tra il veronese Banco Popolare e Banca popolare di Milano), ci sarebbero ville, pacchetti azionari, yacht e quote del Golf club Casalunga di Castenaso. Secondo Quotidiano.net il debito iniziale nei confronti dell’istituto veneto sarebbe stato vicino ai 30 milioni di euro. Ma la First Investments Spa di Gianluca Vacchi, dopo aver iniziato il rientro pagando alcune rate, poi avrebbe chiuso i rubinetti. E così si è arrivati alle azioni esecutive di Banco Bpm. Insomma, la classica prima crepa che potrebbe trascinare Gianluca Vacchi in un ben più pesante tracollo finanziario.

Il salvagente di Gianluca Vacchi

Ma anche se non ci sono certezze sui conti di Gianluca Vacchi, trapelano altre indiscrezioni che potrebbero tenerlo a galla. Sempre secondo Quotidiano.net, il Gruppo Ima della famiglia Vacchi, che fattura 1,3 miliardi ed è gestito dai cugini, gli verserebbe 5 milioni l’anno, un modo per tenerlo lontano dagli affari di famiglia. Il re dei balletti sul web infatti è azionista e membro del Consiglio d’amministrazione. Ma come ha spiegato in una nota l’azienda già nell’ottobre scorso “non ha deleghe e non si occupa direttamente della gestione aziendale. Gianluca Vacchi ha svolto, per molti anni, l’attività di imprenditore al di fuori del contesto Ima, senza alcuna partecipazione attiva in questa azienda”.

I conti di Gianluca Vacchi

Basteranno queste entrate? Per capirlo andrebbe chiarito a quanto ammonta il suo debito complessivo, che si dice sarebbe di circa 60 milioni. Tenendo conto che Cofiva Holding, altra società di Gianluca Vacchi, avrebbe un patrimonio di circa 28 milioni di cui la metà da azioni proprie, il buco resterebbe comunque cospicuo. A questo punto mister enjoy, tra un video e l’altro, forse dovrebbe iniziare ad occuparsene seriamente. Perché quando si muove una banca per chiudere i conti, le altre di certo non stanno a guardare. E allora, come i comuni mortali, si balla davvero.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here