Attualità

Emanuele Orsini: alla presidenza di Confindustria torna un imprenditore emiliano

emanuele-orsini-alla-presidenza-confindustria-torna-imprenditore-emiliano

Emanuele Orsini: l’imprenditore emiliano sarà il prossimo presidente di Confindustria. Dopo il ritiro della candidatura di Edoardo Garrone, la designazione di Orsini è stata confermata stamattina dal Consiglio generale di Viale dell’Astronomia, con 147 voti su 173 presenti (187 gli aventi diritto al voto), riporta ItaliaOggi. Il 18 aprile, il Consiglio generale sarà chiamato a votare il programma e la proposta di squadra di presidenza. Il tutto in attesa dell’Assemblea dell’Associazione degli industriali italiani del 23 maggio, che sancirà la successione di Orsini al presidente uscente Carlo Bonomi.

«Lealtà, spirito di squadra, desiderio di ripristinare appieno il ruolo di una Confindustria a servizio delle imprese e della crescita del nostro Paese”, queste le parole con cui Emanuele Orsini in una lettera all’Associazione ha accolto ieri la sua designazione. E dopo Luca Cordero di Montezemolo (2004-2008), sarà il secondo imprenditore emiliano a rivestire questo prestigioso incarico, in qualità di 32° presidente di Confindustria.

Edilizia e alimentare 

Emanuele Orsini, classe 1973, è originario di Castelvetro di Modena. Attualmente è vicepresidente uscente di Confindustria, con delega al credito ed al fisco. Già presidente di Federlegno, è un imprenditore di seconda generazione. La sua attività inizia finiti gli studi alle superiori sulle orme del padre Carlo. L’azienda di famiglia, la Sistem Costruzioni, si occupa di edilizia in legno. E dopo una gavetta che gli consente di conoscerla da ogni punto di vista, Orsini diventa amministratore delegato della società nel 2014.

La Sistem Costruzioni cresce anche nella logistica industriale. Dal mercato italiano, dove partecipa alla ricostruzione post terremoto in Abruzzo, Emilia-Romagna e Marche, gli orizzonti dell’azienda si allargano a livello internazionale. Intanto, come spiega l’Ansa, dopo la scomparsa del suocero Lanfranco Fiandri, fondatore di Tino Prosciutti, nel 2020 Orsini diventa presidente e amministratore delegato dell’azienda parmense, grande realtà dell’alimentare, con quattro stabilimenti ed una produzione di 35mila prosciutti a settimana. Un percorso di successo che porterà all’apertura del quinto stabilimento nel 2025.

Da Maranello alla famiglia

Attualmente, il gruppo guidato dal futuro presidente di Confindustria secondo il Resto del Carlino vanta un fatturato di 110 milioni di euro. Oltre a Sistem Costruzioni e Tino Prosciutti, comprende partecipazioni in un’altra decina di società. Tra queste, spicca Maranello Village, di cui Orsini è presidente. Si tratta del primo complesso residenziale dedicato al mondo della Ferrari, composto da bar, ristoranti, palestra e diverse zone polifunzionali per 25.000 metri quadrati complessivi.

Emanuele Orsini, aggiunge l’Ansa, ha un figlio da un primo matrimonio, e altri due dal secondo matrimonio con Claudia Fiandri. Di lui raccontano che ami trascorrere il tempo libero in bicicletta con i figli o con i suoi tre labrador.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.