Home Economia

Emilia-Romagna nella top ten del Financial Times per capacità di attirare investimenti esteri

Vincenzo Colla e Stefano Bonaccini

L’Emilia-Romagna è tra le migliori 10 regioni europee per le sue strategie di attrattività degli investimenti esteri. Il dato emerge dall’8ª edizione della classifica delle principali città e regioni europee del futuro 2022-23, elaborata da fDi Intelligence, rivista del Financial Times.

L’analisi colloca l’Emilia-Romagna al 7° posto in Europa, alla pari della Lombardia, in una graduatoria delle regioni di grande dimensione che vede, dal 1° posto, Catalogna (Spagna), Nord Reno-Westfalia (Germania), Fiandre (Belgio), Madrid, Parigi e Slesia (Polonia).

Giuria di specialisti

A comporre la classifica è stato un team di giornalisti ed esperti di fDi Intelligence. Si tratta di una pubblicazione bimestrale di notizie e investimenti diretti esteri (Ide) in lingua inglese del famoso quotidiano economico-finanziario britannico Financial Times.

Destinazioni promettenti

Il team di giudici ha valutato le località in base all’attrattività per gli investimenti diretti esteri, suddividendole a seconda della dimensione. Mettendo a confronto le destinazioni di investimento più promettenti in tutta Europa. E rilevando anche come le località europee abbiano dimostrato un certo grado di resilienza alle inevitabili ricadute della pandemia sugli investimenti.

Tra i parametri presi in esame per stilare la graduatoria:

  • Il potenziale economico;
  • la facilità d’affari;
  • le connettività;
  • il capitale umano;
  • lo stile di vita.
Piccolo è bello

“Vedere l’Emilia-Romagna, più piccola per numero di abitanti, tra le dieci migliori regioni indicate dal Financial Times, è un riconoscimento per tutta la comunità istituzionale, economica, accademica, scientifica e sociale della nostra regione“, sottolineano il presidente Stefano Bonaccini e l’assessore regionale allo Sviluppo economico e Lavoro, Vincenzo Colla.

“La firma nel 2020 del Patto per il Lavoro e per il Clima rappresenta un unicum nel Paese e in Europa, un patto sociale che rende questa regione stabile e con conoscenze e risorse professionali uniche”. Ancora una volta, concludono Bonaccini e Colla, “viene riconosciuto come l’Emilia-Romagna sia in grado di avere un ruolo primario anche a livello internazionale, fra le aree maggiormente in grado di puntare su innovazione e crescita sostenibile”.

Tutte le classifiche

A livello regionale, il team di ricerca di ‘fDi Intelligence’ ha valutato 148 regioni europee raggruppate in tre categorie dimensionali (piccole, medie e grandi) per trovare quelle con il maggior potenziale di attrarre investimenti.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteComune di Piacenza 83° in Italia per l’alta spesa energetica, vincono Parma e Reggio…
Articolo successivoSallusti: in “Lobby & logge” racconto il dark web della giustizia che mette a rischio la democrazia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.