Cultura

La Galleria Ricci Oddi, il video-presidente e un direttore piacentino

galleria-ricci-oddi-il-video-presidente-e-un-direttore-piacentino

Galleria Ricci Oddi: primo bilancio a tre mesi dall’insediamento della nuova governance. Era infatti il 29 dicembre quando veniva eletto alla presidenza il noto storico dell’arte Fernando Mazzocca, accolto da molti come il salvatore della collezione piacentina. Una ventata d’aria nuova, colui che finalmente avrebbe cambiato la rotta dell’impolverato veliero di via SanSiro, forte anche del ritorno a bordo del Klimt.

Dopo 90 giorni dalla sua elezione, la Galleria by Mazzocca però non sembra avere il vento in poppa e forse nemmeno issato le vele. Complice la pandemia, con le forzate chiusure dei musei, si dirà. Ma anche per gli “importanti lavori in corso riguardanti la messa in opera del nuovo impianto di climatizzazione degli ambienti”, come recita un comunicato che campeggia sul sito della Ricci Oddi dal 1° febbraio scorso. Comunicato che si conclude con la promessa che “seguiranno aggiornamenti”.

Il video-presidente

Da allora però di aggiornamenti sui lavori non s’è vista nemmeno l’ombra. E men che meno nel frattempo c’è stata alcuna iniziativa online che un po’ tutti i musei e le gallerie della penisola hanno invece articolato, con video e visite virtuali per far parlare di sé e tener caldo il pubblico in attesa di poter riaprire ai visitatori in carne e ossa.

C’è da dire che comunque di collegamenti in digitale i nuovi vertici della Galleria non sembra siano digiuni e ne abbiano fatto incetta da un altro punto di vista. Quello cioè dei Consigli di amministrazione, dato che finora Mazzocca pare non abbia mai messo piede in via San Siro dalla sua elezione. A quanto si sa, infatti, il presidente avrebbe guidato gli almeno quattro Cda svolti dal 29 gennaio in poi, utilizzando le video-conferenze, zona gialla, arancione o rossa che vigessero a Piacenza.

Il bando dei misteri

Intanto le voci si rincorrono anche sul bando per il nuovo direttore della Galleria; un atto che continua a latitare, nonostante l’annuncio sempre del 29 gennaio scorso fatto dal vicepresidente della Galleria Ricci Oddi, Eugenio Gazzola, alla fine del primo Cda della nuova gestione. Il braccio destro del (per ora) video-presidente ne aveva parlato espressamente come di un tema non più procrastinabile. Dopo l’annuncio però nulla in più è trapelato, salvo l’ammontare che il Comune di Piacenza sarebbe disponibile a sborsare per il salario del nuovo dirigente. Almeno 70mila euro per ognuno dei quattro anni previsti da quello che verrebbe strutturato come un contratto a termine.

La cifra, se verrà confermata, non interesserà di certo le star consolidate del settore dell’arte; ma potrebbe attirare l’attenzione di una figura giovane, già esperta e competente, disposta a mettersi in gioco sotto l’ala di Mazzocca per rilanciare la Galleria ai massimi livelli. E c’è chi giura che il vento volgerebbe a favore di un talento piacentino che sta facendo bene anche sul piano divulgativo. Un identikit di storico dell’arte che in città corrisponde a uno dei migliori esperti sulla piazza, già conosciuto anche oltre le mura. Stiamo parlando di Alessandro Malinverni, che a detta di molti ha tutte le carte in regola per aprire la nuova era della Galleria Ricci Oddi.

 | Website

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.