Home Economia

A Iren la gestione dei rifiuti di Piacenza e provincia: 481 milioni di euro fino al 2037

iren-rifiuti-di-piacenza-e-provincia-500-milioni-fino-2037

Iren ancora asso pigliatutto per i rifiuti di Piacenza e provincia. La notizia sul Gruppo multiservizi arriva da Atersir, l’Agenzia territoriale dell’Emilia-Romagna per i Servizi idrici e rifiuti. «Dopo una lunga e complessa procedura di gara europea, e con la recentissima sottoscrizione del contratto di servizio con Atersir, il gestore Iren Ambiente S.p.A si aggiudica la gara per lo svolgimento del servizio di gestione dei rifiuti urbani nel bacino di Piacenza e Parma (escluso il Comune di Fidenza) della durata di 15 anni, a partire dal 1° gennaio 2023».

Oltre 480 milioni di euro

Nel bacino di Piacenza, prosegue la nota di Atersir, «l’affidamento riguarda tutti i 46 comuni della provincia, compreso il capoluogo; l’importo totale della concessione posta a base di gara è pari a 505,2 milioni di euro ed è stata aggiudicata al soggetto vincitore con uno sconto del 4,77%, con un risparmio per il territorio di circa 24 milioni nei 15 anni (481 milioni, circa 32 milioni annui, ndr)».

Dopo «un periodo lungo di impegno e vicissitudini giudiziarie, siamo giunti finalmente anche a Piacenza, con la firma del contratto di servizio fra Atersir e Iren Ambiente avvenuta lo scorso 28 dicembre, ad avere una gestione stabile affidata un soggetto industriale attrezzato e strutturato», afferma Luca Quintavalla, consigliere d’ambito per la provincia di Piacenza e sindaco di Castelvetro. «Un partner col quale dovremo correre e recuperare il tempo perduto verso gli ambiziosi traguardi posti dal Piano regionale dei rifiuti (oltre 79% di raccolta differenziata e tariffa puntuale entro un paio d’anni, i più importanti)».

Più investimenti

L’affidamento con gara, sottolinea Quintavalla, «potrà consentirci di mantenere sotto controllo i costi, incrementare gli investimenti visto anche l’orizzonte temporale di validità della gara pari a 15 anni; per questi obiettivi riteniamo fondamentale l’azione che svolgerà Atersir con il Consiglio d’ambito, il Consiglio locale piacentino da sempre molto attivo su queste tematiche, coordinato da Franco Albertini (sindaco di Alta Val Tidone, ndr), e la struttura tecnica dell’Agenzia».

Sindaci in prima linea

Senza dimenticare, conclude Quintavalla, «che per volontà espressa dei sindaci piacentini il vincitore della gara, Iren, dovrà costituire una società provinciale dedicata alla gestione dei rifiuti a Piacenza, in cui saranno rappresentati anche i sindaci del territorio; uno strumento che abbiamo ritenuto essenziale per mantenere il controllo del servizio a beneficio delle nostre comunità».

Iren: standard migliori

Dal canto suo, Iren Ambiente in una nota sottolinea come nel corso dei prossimi anni ci sarà «un importante incremento degli standard del servizio di gestione rifiuti: l’ulteriore crescita della raccolta differenziata e del recupero di materiali riciclabili; il passaggio in tutti i territori alla tariffazione puntuale; l’avvio di iniziative finalizzate alla riduzione della produzione dei rifiuti; l’implementazione dei servizi di igiene urbana e di gestione dei Centri di raccolta; attività di informazione e sensibilizzazione ambientale nei confronti dei cittadini. Le attività saranno supportate da innovazioni tecnologiche, quali sistemi di monitoraggio e rendicontazione dei servizi ed introduzione di dispositivi digitali sui contenitori per la raccolta stradale e domiciliare dei rifiuti, che consentiranno una gestione più efficace e responsabile ed un servizio sempre più attento alle esigenze delle comunità».

L’amministratore delegato e direttore generale di Iren, Gianni Vittorio Armani, esprime la sua soddisfazione: «L’esito della gara e della avvenuta stipula del contratto testimoniano la bontà progettuale dell’offerta di Iren verso il territorio piacentino.  Partiamo già da una posizione di eccellenza per le elevate percentuali di recupero e di riciclo raggiunte: con un rinnovato impegno incrementeremo ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata, estenderemo la tariffazione puntuale, incentiveremo la riduzione della produzione dei rifiuti ed il recupero di energia e materia».

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteArcelli (Snami): guardie mediche lasciate sole, all’Ausl di Piacenza così non va
Articolo successivoAvvocato e magistrato robot: sarà questo il futuro della giustizia?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.