Attualità

Reggi completa le nomine: con Marini l’alta finanza entra in Fondazione

reggi-completa-le-nomine-con-carlo-marini-la-finanza-entra-in-fondazione
La sede della Fondazione; nei riquadri, dall'alto, Roberto Reggi e Carlo Marini

Fondazione di Piacenza e Vigevano: con l’arrivo di Carlo Marini nel Consiglio generale il presidente Roberto Reggi ha chiuso il cerchio delle nomine. E lo ha fatto con una scelta di peso sul piano dell’esperienza finanziaria.

Prima però di parlare del neo consigliere da questo punto di vista, partiamo dalle comunicazioni ufficiali uscite ieri da Palazzo Rota Pisaroni. “Il Consiglio Generale ha eletto il suo 15° rappresentante, membro cooptato. Si tratta dell’imprenditore piacentino Carlo Marini, attivo già da diversi anni in ambito Fintech (innovazioni digitali connesse al mondo dei servizi bancari, finanziari e assicurativi)”, si legge nella nota per la stampa.

Gli altri consiglieri

Il nome di Marini si aggiunge a quelli del vicepresidente di Nordmeccanica e di Confapi Vincenzo Cerciello (indicato dalla Provincia), del noto commerciante Valter Bulla (sindaci del territorio piacentino) e della docente Noemi Perrotta (Conservatorio Nicolini), “designati nei giorni scorsi in sostituzione dei consiglieri passati al Cda Luigi Cavanna, Fabio Fornari, Mario Magnelli e Nicoletta Corvi (vicepresidente vicario)”. Cda completato da Robert Gionelli, Luigi Grechi, Luca Groppi ed Elena Uber.

Il Consiglio Generale, prosegue il comunicato, “è dunque attualmente composto da Daniela Boffino, Lavinia Gaia Bulla, Valter Bulla, Rossella Buratti, Vincenzo Cerciello, Carlo Dallagiovanna, Edoardo Favari, Ivano Fortunati, Carlo Marini, Anna Muselli, Noemi Perrotta, Tiziana Pisati, Maria Grazia Sabato, Luigi Salice, Elena Sisaro“.

Fondazione e territorio

“Ora che la squadra della Fondazione è al completo – ha commentato Reggi nella nota stampa – possiamo contare su un gruppo di persone che conosce perfettamente il territorio di Piacenza e di Vigevano e che potrà dare un contributo importante nella valutazione degli interventi più adatti in vista della definizione, il prossimo ottobre, del nostro Documento di programmazione. Siamo già in pieno lavoro“.

E come si spiega “il riferimento è a quel – già ampiamente intrapreso – percorso di mappatura dei bisogni che si sta realizzando attraverso una serie di incontri con i rappresentanti e protagonisti del tessuto sociale, economico, formativo e culturale. La volontà di accorciare le distanze tra la Fondazione e il suo territorio rientra nella strategia d’intenti annunciata dal presidente fin dal suo insediamento”.

Parterre de rois

Ad oggi, sottolinea il comunicato, “il presidente Reggi ha già incontrato il Vescovo della Diocesi di Piacenza-Bobbio Adriano Cevolotto, il sindaco e presidente della Provincia di Piacenza Patrizia Barbieri, i vertici dell’Associazione La Ricerca, gli assessori regionali Vincenzo Colla e Irene Priolo e il direttore generale dell’Asl di Piacenza Luca Baldino.

Evidenziando poi che “nei giorni scorsi l’Auditorium della Fondazione è stato l’affollata cornice di due incontri suggellati da un vero parterre de rois: i rappresentanti delle realtà economiche e produttive locali e i sindaci del territorio piacentino al gran completo. Entro la fine del mese sono previste le riunioni con gli altri enti designanti (Conservatorio Nicolini, Università Cattolica e Politecnico), le realtà del volontariato piacentino e i rappresentanti della comunità  vigevanese (vescovo, sindaco e terzo settore)”.

A ottobre il Dpp

Terminati gli incontri, ha concluso Reggi, “ci attende la definizione degli obiettivi del nostro Documento programmatico previsionale (Dpp). Come ho già  espresso ai miei interlocutori, intendiamo ritrovarci a settembre con una strategia d’intervento già abbozzata, per definire gli ultimi aggiustamenti. In ottobre saremo in grado di approvare un Documento che consentirà alla Fondazione di svolgere il supporto che si prefigge, ad integrazione e stimolo degli interventi necessari per la rinascita, verso una nuova normalità”.

Il tassello mancante 

Tutto bene dunque? Pare di sì, anche se manca un piccolo tassello. E cioè non si fa parola della futura gestione del patrimonio da oltre 360 milioni di euro nelle casse della Fondazione. Quel capitale che con la sua rendita finanziaria fornirà le risorse all’Ente di via Sant’Eufemia per sostanziare la “strategia d’intervento” sul territorio di cui parla il presidente Reggi.

L’uomo della finanza 

E qui, nella valutazione degli investimenti di Palazzo Rota Pisaroni, potrebbe entrare in gioco la figura di Marini, dando per scontata la compatibilità statutaria del neo consigliere, viste le sue attuali attività imprenditoriali. Come si apprende infatti dal suo curriculum pubblicato nel sito di Keda, la società di cui è fondatore e chief executive officer, Marini è un manager finanziario di grande esperienza: “Ha guidato il Corporate e Investement Banking in Est Europa per UniCredit, ed è stato Vicedirettore Generale del Leasing con responsabilità sui mercati internazionali. Nel 2017 decide di investire energia e capitali nella consulenza e nel Fintech per le PMI. Azionista in Epic Sim, ha acquisito una quota di MyCredit Service, di cui è Board Member”.

Ma c’è di più. Il rapporto tra il presidente della Fondazione e l’esperto di finanza piacentino sembra consolidato da tempo. Basti ricordare che nel 2017 l’allora 49enne Marini pare fosse sostenuto con forza da Reggi come candidato sindaco del centrosinistra per Palazzo Mercanti. Un sodalizio che oggi si ripropone a tutto tondo in via Sant’Eufemia. Vedremo con che risultati per la “cassaforte dei piacentini”.

Website | + posts

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.