Cultura

Ricci Oddi: spunta il nome di Massimo Toscani per la presidenza della Galleria di Piacenza

ricci-oddi-spunta-massimo-toscani-per-presidenza-galleria-di-piacenza

Ricci Oddi, colpo di scena. A un mese dalle dimissioni di Jacopo Veneziani, continuano le grandi manovre all’ombra di palazzo Mercanti per trovare il suo successore alla presidenza della preziosa Galleria d’Arte Moderna di Piacenza.

E nelle ultime ore sta prendendo corpo un’ipotesi suggestiva per ricoprire questo ruolo. Sta circolando infatti il nome del notaio piacentino Massimo Toscani, uno dei notabili più in vista della città. Toscani infatti è stato presidente della Fondazione di Piacenza e Vigevano fino al 2021, quando, completato il doppio mandato, ha lasciato il posto a Roberto Reggi, attuale “conducador” di palazzo Rota Pisaroni.

Incontro riservato

La svolta sembra possibile, dopo un incontro riservato che pare si sarebbe tenuto tra Toscani e il sindaco Katia Tarasconi; e sarebbe una svolta significativa per diversi motivi. Per prima cosa, dopo un periodo di assenza dai principali palcoscenici piacentini (del notaio si era parlato anche come candidato sindaco nel 2022) Toscani tornerebbe in primo piano nella vita pubblica cittadina. Con un ruolo di prestigio e una sfida che di certo non è una passeggiata: rilanciare la Ricci Oddi. Una realtà che il notaio conosce bene, almeno dal punto di vista statutario, poiché è stato il consulente che di recente ha traghettato la Galleria nella nuova veste giuridica di Fondazione del terzo settore.

In più, il notabile cittadino ha di sicuro un’agenda di alto livello legata al mondo economico-finanziario e non solo locale, anche grazie agli anni passati alla guida della Fondazione. Tanto da far pensare che grazie a questi contatti, potrebbe coinvolgere sponsor di primo piano nelle future iniziative sotto la sua presidenza per rilanciare una delle più importati pinacoteche italiane, che oggi versa in grandi difficoltà.

Personalità e cultura

Detto questo, Toscani è una figura di grande personalità e di vasta cultura, che quindi non si piegherebbe facilmente a mandati blindati. Senza dimenticare che un incarico del genere lo chiamerebbe fuori da altre prospettive, come per esempio un ipotetico ritorno in Fondazione. Per qualcuno poi non ha tutte le caratteristiche del manager o dell’esperto d’arte a cui pare inizialmente si stesse guardando per la nuova presidenza della Ricci Oddi.

Tuttavia, questi sono dettagli che potrebbero passare in secondo piano, di fronte a un accordo nei palazzi del potere piacentino per il bene della Ricci Oddi e del rilancio delle politiche culturali della città. Un ambito che nell’ultimo periodo non sembra stia dando grandi risultati.

Website | + posts

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.