Home Economia

Banca di Piacenza: nuova filiale a Voghera, le prossime a Reggio Emilia, Modena e Pavia

banca-di-piacenza-nuova-filiale-a-voghera-le-prossime-a-reggio-emilia-modena-e-pavia
Banca di Piacenza: la nuova filiale di Voghera

Banca di Piacenza in espansione. E con lei, l’unico Istituto di credito locale rimasto, lo fa anche il territorio di Piacenza. Tenendo fede al programma di sviluppo di recente approvato dal Consiglio d’amministrazione, la Banca apre infatti una nuova filiale a Voghera. Situata in via Emilia, a due passi da piazza Duomo, di fronte al Teatro Sociale, sarà inaugurata lunedì prossimo, 25 luglio, alle 11.30; il tutto naturalmente alla presenza delle autorità locali, dei componenti dell’amministrazione e della direzione della Banca e del responsabile della dipendenza, il ragionier Iorio Guerra, spiega una nota dell’Istituto di via Mazzini.

Terza filiale nel Pavese

Quella di Voghera (centro principale dell’Oltrepò, terzo Comune della provincia di Pavia per popolazione e secondo per superficie) è la terza filiale della Banca di Piacenza in territorio pavese, dopo quelle di Stradella (avviata nel 2005) e Zavattarello (presente dal 2007) e si sviluppa su una superficie di 190 metri quadrati (più 140 metri al piano interrato, dotato di sala riunioni), con quattro uffici di consulenza, servizio di cassette di sicurezza e area self service con Bancomat evoluto, dotato di funzione versamento.

 E poi…

La nuova filiale di Voghera rientra dunque in una più ampia strategia di crescita della Banca di Piacenza che prevede prossime aperture a Reggio Emilia, Modena e Pavia, allo scopo di assicurare quel servizio capillare che le grandi banche non riescono a garantire e di trattenere sui territori le risorse che questi producono. Con più di 50 tra agenzie e filiali, il popolare Istituto di credito al momento si sviluppa in tre regioni (Emilia Romagna, Lombardia e Liguria) e sette province (Piacenza, Milano, Pavia, Cremona, Lodi, Parma, Genova). Così è diventato un punto di riferimento per famiglie e imprese. E ancor più lo è stato in questi ultimi anni di crisi economica dovuta alla pandemia e ora alla guerra in Ucraina. Le banche territoriali, nelle fasi di emergenza, hanno confermato di essere un valido sostegno per la ripresa dell’economia: la Banca di Piacenza ha erogato nel 2021 oltre 370 milioni di euro di nuovi finanziamenti.

Utile alla gente

Banca di Piacenza, conclude la nota, crede nella presenza sul territorio e nella vicinanza alla clientela. E il piano di sviluppo avviato con l’apertura di Voghera non fa che valorizzare il modo di fare banca di una realtà locale (e popolare) che ha come primo obiettivo quello di essere utile alla gente.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteProcura di Piacenza: gli arresti dei sindacalisti e la città vischiosa
Articolo successivoVaiolo delle scimmie, l’Oms lancia l’allerta globale: rischio alto in Europa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.