Home Economia

Bollo auto? Dopo 3 anni non si paga più

Sono in arrivo le cartelle di Equitalia per il mancato versamento del bollo auto 2013; non vanno pagate, però bisogna fare ricorso: ecco come.

Il bollo auto dopo tre anni non si paga più. Equitalia sembra proprio far finta di non saperlo e continua a inviare cartelle e richieste d’accertamento. Ma il diritto a riscuotere il dovuto è da considerarsi prescritto.

Le cartelle in arrivo

Da almeno un mese infatti è partita una nuova sfilza di cartelle esattoriali maggiorate d’interessi e sanzioni. Fanno riferimento al mancato versamento del bollo auto 2013. L’Unione nazionale consumatori, oberata dalle richieste di chiarimento degli automobilisti, ribadisce che non vanno pagate. “È sempre la stessa storia”, ha affermato l’avvocato Valentina Greco, legale dell’associazione. “Equitalia continua a inviare cartelle ed avvisi di accertamento anche quando il diritto alla riscossione è ormai prescritto”. E per chi non trova più la ricevuta di pagamento? L’automobilista può controllare se il bollo auto sia stato pagato attraverso il sito internet dell’Aci. Oppure utilizzando quello dell’Agenzia delle entrate, se risiede in Friuli Venezia Giulia, Marche, Sardegna, Sicilia o Valle d’Aosta.

Bollo auto: il ricorso è indispensabile

Se si riceve la cartella con la richiesta di pagamento da Equitalia non va cestinata. Si deve comunque risolvere la grana. Come? Facendo ricorso per l’annullamento dell’intero importo indicato. Di solito c’è anche una sanzione del 30%, a cui si aggiungono gli interessi dalla data in cui andava versato il bollo. La richiesta d’annullamento va fatta in carta libera. E va mandata all’amministrazione che ha emesso la comunicazione o all’Agenzia delle Entrate. Ma attenzione: se non si ottiene una risposta, entro 60 giorni bisogna fare ricorso alla Commissione Tributaria della Provincia di competenza. Così si potrà ottenere in quella sede l’annullamento della cartella.

+ posts

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.