Economia

Cristina Repetti: gli studenti all’Assemblea di Confindustria Piacenza? Un segnale forte…

cristina-repetti-studenti-assemblea-di-confindustria-piacenza-segnale-forte

Cristina Repetti non ha dubbi: la presenza di tanti studenti alla 78ª Assemblea di Confindustria Piacenza “è un segnale forte; con un profondo significato simbolico: l’industria che apre le porte alla scuola”. Tuttavia, per la consigliera all’education di Confindustria è anche “un segnale con una valenza estremamente concreta: il coinvolgimento diretto delle nuove generazioni nei momenti chiave della nostra associazione“.

Una lettura ancor più emblematica, se possibile, perché a questo momento di condivisione con tanti studenti parteciperà anche leader degli industriali italiani, Carlo Bonomi, guest star dell’assemblea dal titolo “Fabbrichiamo il Futuro – Imprenditori e giovani per crescere insieme”, presieduta da Francesco Rolleri, che si terrà a PiacenzaExpo l’8 giugno alle 17.30.

Tre anni insieme

Secondo Repetti, insomma, “è vero, sarà un grande giorno; ma ‘solo’ uno dei tanti grandi giorni che abbiamo vissuto nel corso degli ultimi tre anni. Quelli in cui abbiamo visitato le classi, oltre 90 delle superiori e oltre 50 delle medie; contribuito alla realizzazione di laboratori; supportato le scuole in percorsi di alternanza scuola-lavoro; avviato Its e Ifts per la formazione superiore. Giorni in cui abbiamo parlato, occhi negli occhi, con ragazze e ragazzi”. 

Quindi, per la rappresentante di Confindustria, l’Assemblea di giovedì prossimo “va considerata come la tappa di un percorso e non come un traguardo”. Non per sminuirne l’importanza. “Anzi, al contrario, per elevarla: il coinvolgimento degli studenti acquisisce un significato, proprio perché inserito in un progetto di lungo corso portato avanti dalla nostra Associazione”.

Il bene più prezioso

Nell’ultimo anno infatti, “il tema prioritario per le aziende, collocato in cima alla nostra agenda, è quello le risorse umane”, aggiunge Repetti. “In un’epoca di evoluzione tecnologica le persone si sono riaffermate come il bene più prezioso per le nostre imprese. La figura dell’Hr manager ha acquisito maggiore centralità. L’attrattività una virtù a cui le aziende aspirano”.

Così, “visita dopo visita, classe dopo classe, anche noi abbiamo appreso un’importante lezione”, prosegue la consigliera di Confindustria. “Per far sì che i giovani ci conoscano, dobbiamo farci conoscere. Noi, in prima persona. Come imprese, come occasioni di crescita, ambienti di lavoro accoglienti e stimolanti”.

Ragazze e futuro

Manca ancora un tassello per concludere il quadro. “Un’attenzione particolare per le ragazze all’interno di un’industria sempre più evoluta e lontana dagli stereotipi che ancora scoraggiano studentesse talentuose ad approcciare i percorsi tecnici”. Su di loro “dobbiamo continuare a rivolgere la nostra attenzione, consapevoli dello spazio che potrebbero avere e del potenziale che potrebbero esprimere”. E allora, conclude Repetti, “troviamoci tutti insieme l’8 giugno, per dare a tutti gli studenti l’occasione di prendere parte al futuro dell’industria piacentina”.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.