Economia

Banca di Piacenza col vento in poppa, Nenna: “Nel 2023 l’utile ha sfiorato i 30 milioni (+40%)”

banca-di-piacenza-col-vento-in-poppa-nenna-utile-2023-ha-sfiorato-30-milioni
Giuseppe Nenna, presidente della Banca di Piacenza

La Banca di Piacenza ha il vento in poppa e prosegue decisa sulla rotta dell’indipendenza. A svelare i primi dati del bilancio 2023, con utili record, e le future strategie dell’Istituto di credito, è il suo timoniere, il presidente Giuseppe Nenna, nell’editoriale dell’ultimo numero di Bancaflash fresco di stampa.

“L’anno che ci siamo appena lasciati alle spalle – scrive il presidente – è stato contrassegnato, a livello generale, da un’estrema incertezza provocata dal perdurare del conflitto tra Russia e Ucraina; dal consolidamento di un contesto economico caratterizzato da alti tassi di interesse e da una dinamica inflazionistica che si è ridimensionata solo negli ultimi mesi; e, infine, dalla drammatica crisi scoppiata in Medio Oriente”.

Crescita e solidità

Nonostante questa situazione, spiega Nenna, la Banca di Piacenza “continua a far registrare andamenti positivi grazie al lavoro fatto negli anni scorsi: nella ricerca di una maggiore efficienza; nella continua attenzione al credito; nello sviluppo della rete in linea con il nostro modo di fare banca”. Così, “con un grande gioco di squadra delle filiali supportate dagli uffici centrali”, i primi dati del bilancio 2023, “ancora provvisori, sono in sensibile crescita, anche superiore a quelli riferiti all’annata scorsa, comunque molto positivi”. Dati che parlano di “Raccolta a 6 miliardi e 400 milioni di euro, 2 miliardi e 300 milioni di impieghi; utile che ha sfiorato i 30 milioni, con un incremento sul 2022 del 40%; patrimonio della Banca che ha raggiunto quota 330 milioni di euro (+10%), mentre le sofferenze risultano in forte calo”.

La sfida culturale

Oltre a quella economica, prosegue il presidente, nel 2023 c’era poi da affrontare la sfida culturale. E anche in questo caso la vittoria è netta: “Sono state infatti organizzate oltre 100 manifestazioni culturali, senza contare quelle già programmate nell’ambito delle celebrazioni dei 500 anni di Santa Maria di Campagna. In diverse occasioni, siamo stati costretti a cambiare sala perché quella scelta in un primo momento non era sufficiente a contenere tutti gli intervenuti: un termometro del successo degli incontri che si sono svolti al PalabancaEventi. Successo che ha riguardato anche e soprattutto la mostra d’arte, appena conclusasi, sul Piccio promossa insieme alla Galleria Ricci Oddi”.

Passione e soddisfazione

Dunque, “meglio di così non poteva essere”, sottolinea Nenna nel suo editoriale. “Possiamo dirci orgogliosi dei risultati ottenuti nel primo anno senza quel grande maestro che è stato per tutti noi il presidente Sforza Fogliani, che ci ha lasciato un insegnamento: fare il nostro mestiere con passione e soddisfazione”.

Indipendenza al primo posto

E per il futuro? “Nel primo Consiglio di amministrazione del 2024 abbiamo approvato il Piano strategico 2024-2026, che vede al primo posto l’obiettivo di restare banca indipendente al servizio dei territori di insediamento. Obiettivo reso possibile dai risultati raggiunti e rafforzato dagli altri punti del Piano, tra i quali ricordiamo il consolidamento del territorio già acquisito; il proseguimento dell’attività di digitalizzazione dei processi operativi; il miglioramento della gamma di prodotti e servizi per imprese e famiglie”. Il tutto, conclude il presidente Nenna, “condito da un ingrediente indispensabile: la capacità di adattarsi ai cambiamenti”.

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.