Home Economia

Banca di Piacenza: pacchetto di aiuti per famiglie e imprese contro il caro-energia

banca-di-piacenza-pacchetto-aiuti-per-famiglie-e-imprese-contro-caro-energia
Pietro Boselli e Angelo Antoniazzi

Banca di Piacenza sempre al fianco di famiglie e imprese. L’Istituto di credito ha varato un nuovo pacchetto di aiuti per affrontare la crisi innescata dal conflitto russo-ucraino che ha portato a un aumento delle bollette energetiche e del costo delle materie prime. Un quadro sempre più preoccupante, che potrebbe peggiorare nel periodo invernale ormai alle porte, mettendo in difficoltà l’intero sistema economico-sociale.

“L’inflazione erode il potere d’acquisto di salari e stipendi. E il costo dell’energia nei prossimi mesi drenerà una quota significativa dei redditi”, ha affermato il direttore generale della Banca di Piacenza Angelo Antoniazzi. Poi andrà affrontato “un rialzo dei tassi che per intensità non ha precedenti”. Così, ha aggiunto il direttore generale, “come già fatto nel 2020 durante il periodo del Covid, abbiamo deciso di varare un nuovo pacchetto di aiuti per famiglie e imprese”.

Moratoria per i mutui

Le famiglie avranno la possibilità di richiedere una moratoria di 6 mesi del pagamento della quota capitale dei mutui chirografari e ipotecari (in corrispondenza dell’inverno, quando il costo delle bollette andrà a incidere pesantemente sul bilancio familiare. Questa facoltà potrà essere esercitata a partire dal 1° ottobre e fino al 31 dicembre di quest’anno. “Basterà la semplice richiesta del nostro cliente che ha finanziamenti in regolare ammortamento”, ha spiegato Antoniazzi. “L’esborso che gli interessati avrebbero destinato a noi per l’ammortamento della quota capitale potrà essere così destinato alle spese straordinarie di questi mesi”.

Nuove linee di credito

Per le imprese di tutti i settori economici, dal manifatturiero all’agricoltura e al terziario, la Banca di Piacenza ha stanziato invece un plafond (denominato RawMaterialCredito-Credito aumento materie prime) di 80 milioni di euro. Sarà finalizzato alla concessione di linee di credito, con l’obiettivo di garantire la liquidità necessaria a sostenere le temporanee difficoltà delle aziende per far fronte all’impennata dei prezzi energetici.

Vicini al territorio

“Abbiamo preso sul serio i segnali che si sono manifestati nella nostra comunità”, ha affermato il vicedirettore generale Pietro Boselli. “Così come avevamo già fatto durante i mesi drammatici della pandemia, vogliamo sempre stare vicini al territorio e aiutarlo ad affrontare una situazione oggi imponderabile”.

Per fronteggiare la crisi provocata dalla pandemia, la Banca di Piacenza ha concesso infatti nel 2020 a famiglie e imprese moratorie sui mutui, anticipi cassa integrazione e finanziamenti liquidità per oltre 5mila pratiche e complessivi 400 milioni di euro. Senza contare i numerosi interventi di aiuto a istituzioni e sodalizi impegnati ad affrontare l’emergenza sanitaria.

Attraverso questa ulteriore iniziativa, concludono in via Mazzini, la Banca di Piacenza conferma la propria attenzione nei confronti del tessuto economico di un territorio che ha la fortuna – che altri non hanno più – di avere una banca locale che raccoglie e semina dov’è insediata.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteFrancesco Rolleri e l’Assemblea di Confindustria: bilancio di un leader a metà mandato
Articolo successivoGiorgia Meloni: avremo una fascista a capo del governo?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.