Home Economia

Banca di Piacenza paga il secondo dividendo 2021: oltre 8 milioni di euro ai soci

banca-di-piacenza-paga-secondo-dividendo-2021-8-milioni-ai-soci

Banca di Piacenza: l’Assemblea dell’Istituto di credito riunita in via straordinaria a questo scopo ha approvato oggi la distribuzione del dividendo dell’esercizio 2020, pari a 1 euro ad azione.

“Si tratta del secondo dividendo che la Banca di Piacenza corrisponde quest’anno”, spiega una nota di via Mazzini. “L’importo relativo – pari a più di 8 milioni di euro, che vengono quindi riversati sul territorio piacentino, con le relative ricadute – era stato appostato in una specifica riserva di bilancio, in attesa che la Banca centrale europea rimuovesse il vincolo a suo tempo posto a tutti gli istituti di credito italiani, in ordine alla distribuzione dei dividendi”. 

La Banca locale, “forte dei suoi dati patrimoniali e reddituali, già nel maggio di quest’anno ha distribuito il dividendo afferente all’esercizio 2019 (anche con possibilità di concambio fiscalmente agevolato) avendo a suo tempo appostato la somma relativa – unica banca in Italia, che risulti – a ‘debito verso i soci’”.

Adesso, “a seguito dell’apposito provvedimento dell’Autorità di vigilanza relativamente alla distribuzione del dividendo riferito al bilancio 2020, prosegue la nota,  la Banca riprende la tradizione, che la caratterizza, di non mancare mai di versare ai Soci l’annuale dividendo, come l’Istituto ha sempre fatto dalla sua nascita”.

La corsa continua nel 2021

Quest’anno “la Banca di Piacenza paga dunque il dividendo due volte. Lo stesso verrà automaticamente accreditato sui conti di tutti i Soci (in continuo crescendo, oggi quasi a quota 17mila)”.

Anche le prospettive per il 2021, “e nonostante la perdurante situazione economica”, sottolinea la nota, “sono positive e l’andamento di questi mesi conferma la redditività della Banca, già del resto acclarata dall’andamento positivo del primo semestre 2021, che ha fatto registrare un utile netto al 30 giugno di quasi 8 milioni di euro, in aumento del 71,3% rispetto al 30 giugno dello scorso anno”.

Nello stesso semestre “la Banca ha fatto registrare un aumento degli impieghi netti – pari a 1.996,6 milioni di euro – del 2,77%, così come l’erogazione di mutui (ammontanti complessivamente a 218 milioni di euro) ha realizzato un incremento di circa il 13%, con un aumento dei mutui destinati all’acquisto della prima casa del 79,7%. I finanziamenti concessi per l’innovazione tecnologica e per investimenti di varia natura nel settore dell’agricoltura sono aumentati del 28%. Dal canto suo il risultato netto della gestione finanziaria ha registrato nello stesso periodo un incremento del 15,49% rispetto al 2020”.

Appieno confermata “la solidità patrimoniale dell’unica banca territoriale rimasta nella nostra provincia, con un Cet 1 ratio pari a 18,7% e con un livello di capitale che piazza la nostra Banca ai livelli più alti del sistema bancario italiano e, comunque, notevolmente più alto di quello delle grosse banche”.

Attualmente, conclude la nota dell’Istituto di via Mazzini, “la Banca ha in programma un’espansione a Milano città e nel territorio lombardo in genere nonché in altre zone circonvicine e l’apertura di nuove sedi di Agenzie e Filiali”.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteComune di Cortemaggiore: nel centrodestra l’alleanza Merli-Monici è già in crisi e…
Articolo successivoMauro Monti: sarà lui il candidato sindaco di Alternativa per Piacenza?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.