Home Cultura

Fabio Obertelli e il Museo Diocesano di Bobbio: la cultura a Piacenza può cambiare marcia

fabio-obertelli-e-museo-diocesano-di-bobbio-cultura-a-piacenza-puo-cambiare-marcia

Fabio Obertelli e il Museo Diocesano di Bobbio: un’altra bella storia, che dimostra come a Piacenza la cultura può davvero cambiare marcia, grazie alle nuove generazioni. Il giovane piacentino, a soli 26 anni, è già un esperto riconosciuto di storia dell’arte, ma anche di economia applicata ai beni culturali. La sua tesi di laurea del 2020 alla Cattolica è stata dedicata al Museo Diocesano del capoluogo della Val Trebbia. E adesso ne è diventata il catalogo, presentato ieri a Bobbio davanti a un folto pubblico.

Così il Museo Diocesano potrà presentarsi ai visitatori con il volume di Obertelli che illustra le opere esposte, ne traccia la storia, ne definisce il valore in sé e in collegamento al periodo e al contesto in cui si collocano. Un notevole valore aggiunto per questa realtà che custodisce 150 opere, realizzata al piano nobile del Palazzo Vescovile in occasione del Millenario della fondazione della Diocesi e della Città di Bobbio (1014-2014).

Come racconta Mirella Molinari nel suo articolo su Piacenza Diario, questa nuova “case history” culturale di successo, ci fa capire come «Piacenza forse arriverà ad una valorizzazione convinta delle sue tante risorse artistiche. E magari riuscirà anche a farlo lavorando in rete», se continuerà a puntare su giovani dello spessore di Obertelli, che oggi tra l’altro è curatore della collezione Giorgio Baratti di Milano, e a Piacenza della mostra dedicata a Panini tuttora in corso a Biffi Arte.

Aria nuova dunque anche da Bobbio. In un contesto che dopo l’arrivo del ben conosciuto Jacopo Veneziani, altro giovane piacentino nominato alla presidenza della Galleria Ricci Oddi, fa ben sperare per le prospettive culturali e turistiche di Piacenza e del suo territorio.

 

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteBenzina alle stelle, quando Giorgia Meloni tuonava: “Abolire le accise!”
Articolo successivoIncidenti stradali: nel 2022 aumento di vittime e feriti, serve più prevenzione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.