Cultura

Gassmann e Pasotti raccontano Franz Kafka al Municipale di Piacenza

gassmann-e-pasotti-raccontano-franz-kafka-al-municipale-di-piacenza
Giorgio Pasotti e nel riquadro Alessandro Gassmann

Alessandro Gassmann e Giorgio Pasotti sbarcano al Municipale di Piacenza. E si misurano con l’opera di Franz Kafka nella pièce “Racconti disumani”, per parlare – Pasotti interpretando e Gassmann dirigendo – agli uomini degli uomini.

L’appuntamento al Teatro Municipale è domani, mercoledì 3 aprile, alle ore 21. I due testi proposti sono “Una relazione per un’Accademia” e “La tana”. Apparentemente sembrano due storie di animali: una dove Kafka mette a nudo la superficialità di un modo di essere attraverso comportamenti stereotipati e facili; l’altra che racconta quel bisogno di costruirsi il riparo perfetto che ci metta al sicuro da ogni pericolo esterno.

«Franz Kafka nei suoi racconti, ma come in tutto quello che ha scritto, sorprende», afferma Gassmann, stavolta impegnato nelle vesti di regista. «Lavora sulla parte profonda di noi stessi, sempre con una visione personale, riconoscibile, inimitabile; e nei due racconti che ho scelto descrive due umanità “disumanizzate».

Dalla scimmia all’architetto

Pubblicato la prima volta nel 1917, “Una relazione per un’Accademia”, vede protagonista una scimmia che racconta come, in cinque anni, si adegua al sistema umano per uscire dalla gabbia nella quale l’hanno rinchiusa dopo la cattura e guadagnare un facsimile di libertà.

“La tana” invece è uno degli ultimi racconti dell’autore boemo, scritto durante la sua permanenza a Berlino nel 1923 e pubblicato postumo e incompiuto per la prima volta nel 1931; qui Kafka racconta del continuo e disperato sforzo intrapreso dal protagonista, per metà roditore e per metà architetto, di costruirsi un’abitazione perfetta: un elaborato sistema di cunicoli costruiti nel corso di un’intera vita, per potersi proteggere da nemici invisibili.

Un gigante del teatro

«Penso sia il momento giusto per ridare la parola a questo gigante del teatro e della letteratura proprio oggi, quando molte delle paure da lui raccontate, trovano posto nella realtà che viviamo», prosegue Gassmann. «Credo che andare in profondità dentro noi stessi, e guardare attraverso le parole di Kafka ciò che ci spaventa, possa aiutarci a capire meglio chi è intorno a noi».

Lo spettacolo vede in scena un unico protagonista, «Giorgio Pasotti, che stimo e che dimostra con questi due personaggi, e con questa scelta condivisa, di aver raggiunto una maturità artistica, e una voglia di sperimentarsi, molto rara nel panorama teatrale italiano». Per il resto, conclude Gassmann, «il gruppo di lavoro è quello che collabora con me da quando sono regista di teatro: ormai lavoriamo in simbiosi artistica».

Tutte le info

“Racconti disumani” è inserito nel cartellone “Altri Percorsi” della Stagione di Prosa 2023/2024, direzione artistica di Diego Maj, organizzata da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri di Piacenza e con il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Iren, Ministero della Cultura e Regione Emilia-Romagna.

La biglietteria di Teatro Gioco Vita è in via San Siro 9, aperta dal martedì al venerdì ore 10-16. Telefono: 0523-315578, e-mail: info@teatrogiocovita.it. Vendita online su vivaticket; il giorno dello spettacolo la biglietteria è attiva anche a partire dalle ore 19 al Teatro Municipale (0523-385721).

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.