Home Economia

Corrado Sforza Fogliani: i “tweet” di Einaudi al centro del suo ultimo libro

sforza-fogliani-i-tweet-di-einaudi-al-centro-del-suo-ultimo-libro
Corrado Sforza Fogliani e Paolo Baldini, giornalista del Corriere della Sera

Corrado Sforza Fogliani e un libro tra i più originali del panorama editoriale italiano. Si tratta del volume “Luigi Einaudi – Elogio del rigore, aforismi per la patria e i risparmiatori” (Rubbettino editore), ultima fatica editoriale del presidente esecutivo della Banca di Piacenza. Sono state necessarie tre sale (Panini, Verdi e Casaroli) per ospitare il numerosissimo pubblico intervenuto ieri alla presentazione del libro al PalabancaEventi (già Palazzo Galli). Un appuntamento che tra l’altro ha chiuso il ricco Autunno culturale dell’Istituto di credito di via Mazzini.

Einaudi, il Corsera e la Grande Guerra

Il libro – prefazione di Ferruccio de Bortoli, già direttore ed editorialista del Corriere della Sera, e postfazione di Roberto Einaudi, nipote dello statista – è un vero trattato di economia applicata. Raccoglie tutti insieme, ed è la prima volta, quelli che oggi chiameremmo tweet, che il direttore del Corriere della Sera Luigi Albertini, attraverso il fratello Alberto, chiese ad Einaudi (allora quarantenne) di scrivere per esortare i cittadini ad aderire al primo prestito, a cui ne seguirono poi altri cinque, per sostenere lo sforzo bellico della Grande Guerra.

Gli aforismi sono 263, sono stati pubblicati dal quotidiano milanese tra il 1915 e il 1920 e “ci fanno conoscere – scrive il curatore Sforza Fogliani nel volume – un Einaudi risoluto e deciso, convinto assertore del necessario rigore e della condanna dei consumi superflui (e sarà questo, d’altra parte, che guiderà Einaudi anche nel secondo dopoguerra così da permettergli – da governatore della Banca d’Italia e da vicepresidente del Consiglio dei Ministri prima ancora che da Presidente della Repubblica – di porre le basi di quello che sarà “il miracolo economico” dei mitici anni ‘50/’60)”.

Passione liberale

«“Elogio del rigore” – ha osservato Paolo Baldini del Corsera, che ha presentato la pubblicazione in dialogo con Sforza – è uno dei libri più originali del panorama editoriale italiano recente, perché riassume la grande capacità filosofica ed economica di Einaudi e sottolinea la passione liberale del suo autore. Questa raccolta di aforismi è poi un insieme di intuizioni molto utili anche oggi, in pratica un trattato di economia applicata. Un testo importante – ha aggiunto Baldini – che nasce dalla potenza editoriale dell’archivio del Corriere e dal lavoro di Giampiero Mattacchini che ha tirato fuori tutte le pillole di saggezza di Einaudi pubblicate in quei cinque anni».

«L’unico merito che mi attribuisco – ha detto Sforza – è quello di aver pensato di raccogliere tutti insieme questi tweet che prima erano solo stati pubblicati qua e là, ma soprattutto pochissimi di loro, così che se ne percepiva il valore ma non che monumento al patriottismo ed economico siano insieme».

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteIl toto-assessori per la nuova Giunta Barbieri e quella cena che fa discutere…
Articolo successivoGal del Ducato, Piacenza mantiene la leadership: Gino Losi presidente e…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.