Home Attualità

Sondaggi: centrodestra a un passo dalla maggioranza assoluta

CONDIVIDI
sondaggi-centrodestra-a-un-passo-dalla-maggioranza-assoluta
Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio Berlusconi

Sondaggi dalle dolci promesse per il centrodestra e forieri di grandi amarezze soprattutto per il Pd di Matteo Renzi. Ma indigesti anche per i Cinque stelle, ancora bloccati nel loro isolamento.
Certo, la campagna elettorale è solo agli inizi. E quindi ci sarà tempo per partiti e coalizioni di correggere il tiro, attraverso i programmi e i nomi dei candidati da proporre agli elettori il 4 marzo. Ma il vecchio proverbio che recita chi ben incomincia è a metà dell’opera, non va trascurato anche in politica.
E allora vediamo il quadro di partenza, aggiornato al 30 dicembre, secondo Ixè, che ha trasformato in seggi alla Camera e al Senato il suo ultimo sondaggio per Huffpost.

Sondaggi: centrodestra pigliatutto

La coalizione formata da Forza Italia, Lega e Fratelli d’Italia, supportata dalla “quarta gamba” costituita da Noi con l’Italia e Udc di Cesa (al 36,6% delle intenzioni di voto), domina nel Nord. Fatica invece nelle “regioni rosse” e rimette avanti la testa nel Centro-Sud. In totale, la coalizione di centrodestra oggi porterebbe a Montecitorio 292 deputati e a palazzo Madama 151 senatori. Di fatto a un pugno di seggi dalla maggioranza assoluta in entrambi i rami del parlamento (316 alla Camera e 158 al Senato).

Sondaggi: grillini seconda forza

Il Movimento 5 stelle, primo partito con il 29% nel sondaggio Ixè, senza infamia e senza lode regge al colpo di Berlusconi e soci al Nord, così come nelle “regioni rosse” e riemerge al Centro-Sud. In complesso, Di Maio porterebbe 167 deputati alla Camera e 83 senatori a Palazzo Madama.

Sondaggi: Pd e sinistra senza scampo

Il Partito democratico (22,8%), travolto al Nord, tiene la maggioranza dei seggi uninominali nelle “regioni rosse” e perde al Centro-Sud. In soldoni Renzi porterebbe alla Camera 138 deputati e in Senato 68 rappresentanti. E Liberi e Uguali (7,3%)? La compagine guidata da Grasso sembra tagliata fuori dalla battaglia dei collegi uninominali e può giocarsi la partita nel proporzionale. Risultato: 29 deputati e 11 senatori.

Sondaggi: i collegi contendibili

Ma quali sono i margini di cambiamento di questa simulazione di Ixè? In sostanza, secondo la valutazione dell’istituto, tra Camera e Senato i collegi contendibili sono circa un terzo. Si tratta cioè dei collegi con una forchetta dove il margine tra il primo è il secondo candidato è inferiore al 5%. E quindi i nomi giusti al posto giusto nelle liste elettorali potrebbero fare ancora una bella differenza.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.