Home Cultura

Virginia Raffaele e il suo “Samusà”, una fuoriclasse al Municipale di Piacenza

virginia-raffaele-e-samusa-una-fuoriclasse-al-municipale-di-piacenza
(foto Masiar Pasquali)

Virginia Raffaele per la prima volta a Piacenza. Con Samusà, uno spettacolo che racchiude tanto della sua arte e della sua vita. Si annuncia così il tutto esaurito al Teatro Municipale mercoledì 11 e giovedì 12 gennaio, quando l’attrice sarà in scena alle ore 21.

Artista poliedrica

Attualmente al cinema, protagonista del film Tre di troppo al fianco di Fabio De Luigi, Virginia Raffaele è un’artista poliedrica. Dapprima si è affermata con le sue irresistibili imitazioni. E dopo il successo nel 2015 dello spettacolo teatrale “Performance”, l’anno successivo ha condotto il Festival di Sanremo con Carlo Conti. Poi ecco il programma Facciamo che io ero (Rai2), le partecipazioni ad Amici di Maria De Filippi (Canale5) e la serie Come quando fuori piove (Nove). Successi televisivi che la riportano sul palco dell’Ariston, stavolta voluta da Claudio Baglioni.

Con Samusà, lanciato nel 2020, Virginia Raffaele torna al teatro, il suo primo amore. E lo fa con uno spettacolo completamente nuovo, quest’anno ancora in tournée dopo l’eccellente accoglienza di critica e di pubblico ricevuta nella prima stagione. 

Tutti al luna park

Il racconto sul palcoscenico si nutre dei suoi ricordi al luna park, quel mondo fantastico in cui ha vissuto la sua infanzia reale. “Sono nata e cresciuta dentro un luna park. Facevo i compiti sulla nave pirata, cenavo caricando i fucili, il primo bacio l’ho dato dietro il bruco mela”, racconta Virginia Raffaele. “Poi il parco ha chiuso, le giostre sono scappate e adesso sono ovunque: le attrazioni sono io e siete voi. Tutto quello che siamo diventati stupisce quanto un giro sulle montagne russe e confonde più di una passeggiata tra gli specchi deformanti”. Da queste premesse Samusà si sviluppa in quel modo tipico di Virginia Raffaele di divertire ed emozionare, stupire, commuovere e far ridere a crepapelle.

Ad arricchire l’impianto scenico originale, alcuni degli schizzi dipinti dalla stessa attrice. Samusà è scritto da Virginia Raffaele, Giovanni Todescan, Francesco Freyrie, Daniele Prato, e da Federico Tiezzi, che firma anche la regia dello spettacolo. Le scene sono di Marco Rossi, i costumi di Giovanna Buzzi e le luci di Gianni Pollini.

Insomma, a Piacenza arriva una vera chicca della stagione di Prosa 2022/2023 del Municipale; la 19ª edizione con la direzione artistica di Diego Maj, e organizzata da Teatro Gioco Vita con Fondazione Teatri, grazie al sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano ed Iren, e con il contributo di Ministero della Cultura e della Regione Emilia-Romagna.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteIncidenti stradali: nel 2022 aumento di vittime e feriti, serve più prevenzione
Articolo successivoSpoils system, sale la tensione sulle nomine: Governo Meloni al rush finale

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.