Attualità

Covid, i medici Snami all’Ausl di Piacenza: no alla sorveglianza sanitaria degli studenti

covid-medici-snami-ausl-piacenza-no-sorveglianza-sanitaria-studenti

Sorveglianza sanitaria per il Covid-19: mai bando dell’Ausl di Piacenza è stato più contestato. Dopo l’Ordine dei medici anche lo Snami (Sindacato nazionale autonomo dei medici italiani) scrive al direttore generale dell’Azienda sanitaria Luca Baldino, schierandosi contro il triage telefonico da affidare agli studenti.

Ecco la lettera firmata a nome del Consiglio direttivo dal presidente provinciale dell’organismo sindacale, il dottor Davide Canepari, che vi proponiamo integralmente.

In relazione al bando emesso dall’AUSL di Piacenza per il conferimento di incarichi per la sorveglianza sanitaria, attraverso un triage telefonico, il Consiglio dello Snami fa rilevare:

  • tali incarichi sarebbero rivolti a studenti universitari del secondo anno o successivi di discipline sanitarie;
  • questo non è accettabile, perché un atto medico, di rilevante importanza, durante una pandemia, come è la sorveglianza sanitaria, viene affidata a studenti universitari senza competenze ed esperienza;
  • come è possibile effettuare un triage telefonico senza l’adeguata formazione che ha un medico?
  • questo fatto è pericoloso sia per gli stessi operatori, senza adeguata preparazione scientifica, che per gli stessi cittadini che ricevono le telefonate della sorveglianza.

Il Consiglio dello Snami pertanto è contrario al bando di tali incarichi , rileva che questa scelta non è stata concordata con le Organizzazioni Sindacali , soprattutto dopo che all’ultimo Comitato Consultivo si era chiesta la collaborazione volontaria dei Medici di Medicina Generale per la sorveglianza sanitaria.

Pertanto lo Snami si rende disponibile per correggere tali criticità ed offre la sua collaborazione per una strategia comune anti Sars-Cov-2″.

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.