Piacenza

Dagnino (5 Stelle): Castelli candidato sindaco? Non lo sosteniamo, ma…

dagnino-5-stelle-castelli-candidato-sindaco-non-lo-sosteniamo-ma

Sergio Dagnino forse non ha gradito, magari più nel metodo che nel merito. E allora, comunque sia, il consigliere comunale dei 5 Stelle, tra i promotori di Alternativa per Piacenza, oggi ancora sull’Aventino, ha deciso di corregge il tiro sulla candidatura di Massimo Castelli a sindaco di Piacenza. A maggior ragione dopo che la consigliera regionale Silvia Piccinini, capogruppo del Movimento a Bologna, sembrava aver sostanzialmente spostato il nome del sindaco di Cerignale come alfiere del centrosinistra alle prossime Comunali.

Castelli da non sprecare

“A Piacenza abbiamo un’opportunità da non sprecare. E la disponibilità di un candidato come Castelli può rilanciare il percorso per un centrosinistra unito in vista delle prossime elezioni comunali”, aveva dichiarato Piccinini.

“Per questo è utile che il confronto con tutti i soggetti in campo non si interrompa e vada avanti, superando quelle difficoltà di metodo che sono state evidenziate fino ad oggi, puntando invece insieme, e con forza, a dare un’alternativa di governo alla città. Ci tengo in questo senso ad esprimere parole di apprezzamento per i passi in avanti che si stanno delineando, grazie anche alla volontà del nostro capogruppo in Comune Dagnino di tenere alta l’asticella su una figura che possa tenere insieme le varie anime della coalizione”.

Infine, per Piccinini, “Piacenza ha grandi potenzialità, ed questo momento è necessario mettere da parte le incomprensioni per cercare di costruire una valida alternativa di governo per la città. Il confronto con tutti i soggetti in campo non si deve interrompere, con l’auspicio che si cominci presto a ragionare di idee e progetti per assicurare a Piacenza una nuova guida”.

No ai caminetti

Dagnino quindi ha preso carta e penna. E ha messo in evidenza una serie di distinguo non di poco conto, rilanciati anche da PiacenzaSera.it. “Il comunicato della nostra consigliera regionale Piccinini, che ho condiviso, non indica un sostegno alla candidatura di Massimo Castelli, come si potrebbe pensare leggendo alcuni titoli, bensì coglie nella sua disponibilità (della quale siamo venuti a sapere a mezzo stampa) l’occasione per rilanciare il percorso di un centrosinistra unito. E di ciò siamo contenti”.

Il consigliere comunale dei 5 Stelle aggiunge: “Castelli infatti, come altri, crediamo abbia tutte quelle qualità utili a ricompattare le diverse anime della coalizione. Questo è l’obiettivo per il quale mi sono speso negli ultimi anni e per il quale continuerò a lavorare finché ci saranno possibilità. Sempre anteponendo il bene della coalizione a interessi personali o di partito”.

Secondo Dagnino, “anche in questo caso quindi, qualora ci fossero davvero le condizioni saremo ben contenti di ascoltare le idee del candidato Massimo Castelli assieme a tutti coloro che come lui ambiscono a proporsi a guida della coalizione. Sempre all’interno del percorso di Alternativa per Piacenza, questo è sottinteso. I caminetti della politica infatti, politicamente parlando, mi sono lontanissimi”.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.