Spettacoli

Fabio Fazio: chiesto il sequestro del contratto Rai da 2,2 milioni di euro

Fabio Fazio e i vertici della Rai sono sempre sotto attacco per il nuovo contratto del conduttore. L’ultimo arriva dal Codacons. L’associazione dei consumatori ha annunciato un altro esposto alla Corte dei Conti e un’istanza urgente alla Procura di Roma perché disponga il sequestro cautelare del contratto, in attesa che la magistratura contabile valuti la legittimità del maxi-compenso riconosciuto a Fazio dalla Rai. Ma facciamo un passo indietro e vediamo come sono andate le cose.

I numeri del contratto di Fazio

L’accordo è arrivato con l’approvazione dei nuovi palinsesti autunnali. E dopo che Fabio Fazio aveva preannunciato di voler lasciare la Rai, naturalmente per divergenze sul monte stipendi. Così il 23 giugno il Consiglio di amministrazione di viale Mazzini, su proposta del nuovo Direttore generale Mario Orfeo (ex direttore del Tg1), ha dato il via libera al nuovo rapporto di lavoro di 4 anni. Per prima cosa Fazio e il suo “Che tempo che fa” da Rai3 passeranno su Rai1. Il totale delle puntate annue sarà di 32 prime serate e altrettante seconde serate. Fazio percepirà 2,2 milioni di euro. A cui si aggiungeranno altri 600mila euro per la licenza sul format del programma. Totale: 11,2 milioni di euro in 4 anni. Il precedente contratto? Era da 1,8 milioni annui.

Polemiche roventi

Uscita la notizia, è iniziato il tiro al bersaglio. Con l’annuncio di esposti a Corte dei Conti e Autorità anticorruzione. A corredo delle iniziative, Michele Anzaldi del Pd e membro della commissione di Vigilanza Rai, ha spiegato: “Il rinnovo del contratto a Fazio per ben 4 anni, più della durata di questo e del prossimo Cda Rai, è un vero schiaffo agli italiani. E arriva da una piccolissima casta di intoccabili. È uno schiaffo al Parlamento che ha approvato una legge ora disattesa con il tetto a 240mila euro“. Durissimo anche il 5 Stelle Roberto Fico, presidente della commissione. “Quando era stato preventivato di toccare lo stipendio a Fazio, classico comunista col cuore a sinistra e il portafogli a destra, lui voleva scappare in un’altra tv. Ora che è tornato il suo compare Orfeo e gli aumentano lo stipendio non vuole più scappare dalla Rai”.

Da Salvini a Gasparri

Il segretario della Lega, Matteo Salvini, non poteva mancare. “Pare che la Rai voglia regalare a Fazio un contratto da più di 11 milioni di euro per 4 anni. E poi chiedono il canone a disoccupati e pensionati. Per me è una vergogna”. Infine, ecco Maurizio Gasparri di FI, anch’egli in commissione: “Martedì porrò con urgenza il caso Fazio. È roba intollerabile, da codice penale. Prima di discutere di qualsiasi altro tema, bisogna mettere le cose in chiaro. Il contratto con Fazio deve essere stracciato”.

Gli stipendi degli altri big

L’accordo con Fabio Fazio sarà quindi al centro dell’audizione dei vertici Rai che si terrà martedì 27 giugno in commissione di Vigilanza, il giorno prima della presentazione dei nuovi palinsesti autunnali. E la vicenda ha riacceso i riflettori sulle cifre pagate da viale Mazzini agli altri conduttori Rai. Stipendi da capogiro, riportati da Giornale e Messaggero. Carlo Conti guadagnerebbe 2 milioni di euro. Antonella Clerici arriverebbe a 1,5 milioni. Flavio Insinna e Bruno Vespa incasserebbero 1,3 milioni. Michele Guardì, autore de “I Fatti Vostri”, arriverebbe a 1,2 milioni. Amadeus riceverebbe un assegno di 900mila euro. Mentre Luciana Littizzetto ne incasserebbe 800mila. Mezzo milione di euro sarebbe lo stipendio di Massimo Giletti. Mentre arriverebbero a 400mila euro i proventi di Alberto Angela, Milly Carlucci e Giancarlo Magalli.

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.