Cultura

Piacenza: al via la grande mostra su Ludovico Carracci

piacenza-al-via-la-grande-mostra-su-ludovico-carracci
Ludovico Carracci: San Martino che dona il mantello a un povero (1614, particolare)

Piacenza: non c’è il due senza il tre. Dopo il grande successo delle iniziative su Guercino e Pordenone, stavolta tocca a Ludovico Carracci (1555-1619). A 400 anni dalla scomparsa del pittore bolognese, la città emiliana propone infatti la mostra Ludovico Carracci a Piacenza. L’arte della controriforma. La rassegna sarà aperta dal 22 settembre al 6 gennaio. E ha come fulcro il suo splendido Duomo e gli spazi di Kronos-Museo della Cattedrale. Curata da Manuel Ferrari e Susanna Pighi, mette al centro il ruolo, l’influenza e la fama che l’artista secentesco e le sue opere hanno avuto in area piacentina.

Visto da vicino

In particolare, la mostra su Carracci prevede una nuova tappa lungo la salita alla cupola del Duomo. Grazie agli affacci dai matronei finora inaccessibili e resi appositamente agibili, sarà possibile ammirare il ciclo pittorico realizzato tra 1605 e 1609 nel presbiterio e nell’abside dallo stesso Carracci, da Camillo Procaccini, e dai collaboratori Lorenzo Garbieri e Giacomo Cavedoni.
La nuova illuminazione della navata centrale della Cattedrale avrà un ruolo chiave. Restituisce infatti la giusta percezione di questo ciclo di affreschi, privati di gran parte della luce naturale dopo che furono chiuse le grandi finestre seicentesche con gli interventi di restauro di fine Ottocento.

Gli affreschi staccati e il San Martino

In collaborazione con CoolTour saranno poi organizzate visite guidate agli affreschi staccati del ciclo; sono conservati nel salone del Palazzo Vescovile da quando vi furono collocati dopo i restauri tra Otto e Novecento. E ciò consentirà ai visitatori di approfondire la conoscenza di queste parti abitualmente celate allo sguardo del pubblico.
Stesso discorso per la tela del San Martino che dona il mantello a un povero; l’opera di Carracci, finora conservata in Cattedrale in una posizione inaccessibile, grazie al nuovo allestimento sarà alla portata dei visitatori.

Ciclo completo

Un’apposita sezione della mostra è dedicata ai documenti originali sull’attività di Ludovico per la Cattedrale della città conservati nell’Archivio Capitolare del Duomo e nell’Archivio Storico Diocesano di Piacenza. In più, saranno disponibili apparati didattici che illustrano l’attività locale dell’artista e la sua ricaduta sul contesto pittorico di quest’area nord emiliana; in particolare, verrà proposta la ricostruzione figurativa del ciclo per il Duomo nella sua integrità, così come appariva precedentemente agli smantellamenti di epoca scalabriniana, in ambito ottocentesco.

Omaggio a Carracci

L’iniziativa, che gode del patrocinio del Comune di Piacenza e del sostegno della Fondazione di Piacenza e Vigevano, vivrà anche un momento di studio con il convegno Omaggio a Carracci. In programma sabato 19 ottobre al Palazzo Vescovile di Piacenza, sarà l’occasione per affrontare alcuni aspetti dell’attività emiliana del Carracci, della cultura pittorica coeva e dell’operato piacentino del maestro bolognese.

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.