Attualità

Schumi compie 49 anni: tanti auguri, indimenticabile campione

schumi-49-anni-tanti-auguri-indimenticabile-campione

Schumi oggi compie 49 anni. Gli ultimi quattro li ha passati in un letto. Ricordate? Un maledetto incidente sulle nevi di Meribel, nella Savoia francese, gli ha procurato danni cerebrali gravissimi. E da allora, dopo la caduta sugli sci di quel 29 dicembre 2013, Michael Schumacher versa in queste condizioni.

Una vita al limite

Un destino davvero beffardo per uno che ha vinto 7 Campionati del mondo di Formula1, trionfando in 91 Gran premi, salendo sul podio 155 volte e conquistando 68 pole position. E forse neanche beffardo è l’aggettivo giusto, pensando a quante volte Schumi ha rischiato la vita a 300 all’ora sulle piste automobilistiche di tutto il mondo. Una volta aveva detto “se fai il mio mestiere alla morte non ci pensi spesso, altrimenti vai a piedi”. Per molti non un mostro di simpatia, ma comunque un mito che con la Ferrari ci ha regalato momenti indimenticabili.

Il coraggio di Corinna

La moglie Corinna, con i due figli Mick e Gina Maria, da allora lo ha protetto in tutti i modi. Prima in ospedale, quando era tra la vita e la morte. Poi in un istituto specializzato. E infine tra le mura di casa, nella sua villa in Svizzera. Niente notizie sul suo percorso riabilitativo. Nessuno di chi è ammesso nella sua stanza può aprire bocca sulle sue condizioni. Una famiglia esemplare, al suo capezzale quotidianamente con medici e infermieri, che nella riservatezza combatte per dare dignità a questa vita spezzata in modo così devastante. Senza dimenticare che, con la campagna “Keep Fighting” (continua a lottare), è al fianco di chi si trova nelle medesime condizioni.

Amore e rispetto

C’è solo una felicità in questa vita, amare ed essere amati”, ha scritto in un post la figlia Gina Maria, rompendo il silenzio poco più di un mese fa. Ma oltre all’amore, ci vogliono anche coraggio e rispetto. Cose che ogni tanto qualcuno perde di vista. Il coraggio di tacere e il rispetto per chi soffre. E allora ecco che la famiglia difende Michael con le unghie e con i denti. Come nel caso della causa contro la rivista tedesca “Bunte”, condannata da un tribunale di Amburgo a 50mila euro di risarcimento, perché aveva scritto che Schumi avrebbe potuto “camminare di nuovo”.

I conti con la realtà

E adesso la domanda più difficile: come sta Michael? “La verità, nella sua cruda asprezza, è che Schumi ha sì gli occhi aperti ma non ha coscienza di se stesso”, ha scritto nei giorni scorsi Leo Turrini, storica firma del giornalismo sportivo, su Quotidiano.net. A noi non resta che sottoscrivere l’affettuoso messaggio inviato da Maranello. “Oggi Michael compie 49 anni, i nostri pensieri sono sempre con lui”, ha twittato la Scuderia Ferrari. E allora, tanti auguri Schumi.

 
 | Website

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.