Home Attualità

Giocattoli pericolosi: è lotta senza quartiere. Ecco come scegliere quelli sicuri

Le forze dell'ordine continuano a sequestrare giocattoli contraffatti. Ma la prima regola è non acquistarli per i nostri bambini.

guardia-di-finanza

I giocattoli pericolosi continuano a circolare sul nostro territorio. Basta guardare a uno degli ultimi sequestri effettuato dalla Guardia di finanza. Stavolta, protagoniste dell’operazione sono state le Fiamme gialle di Torino, che hanno bloccato la commercializzazione di circa un milione e mezzo di articoli. Oltre ai giochi per i più piccoli, presenti in gran quantità, materiale di cancelleria, tra cui tante confezioni di colla dannosa per la salute, che sempre i bambini utilizzano a scuola.

Giocattoli pericolosi: certificati falsi

Tutto è cominciato con un controllo effettuato dai finanzieri in un negozio torinese. ll gestore dell’esercizio commerciale di origine cinese, pur di vendere la sua merce, falsificava i certificati di conformità. Le indagini hanno poi permesso di risalire all’importatore dei giocattoli e dell’altro materiale sequestrato. Si trattava di un imprenditore, sempre d’origine cinese, che operava a Milano. Ed era proprietario di un grande capannone, dove è avvenuto il sequestro dei finanzieri. I due rischiano fino a quattro anni di carcere, oltre alle sanzioni amministrative previste dalla legge.

Un giro d’affari milionario

Questo è solo uno degli ultimi casi di una lotta senza quartiere contro un vero e proprio racket dal fatturato milionario. A metà gennaio, stavolta a Pinerolo, nell’hinterland torinese, sempre la Guardia di finanza aveva sequestrato 52mila giocattoli pericolosi nel negozio di un esercente italiano. Mentre agli inizi del mese, ancora a Milano, il nucleo anti abusivismo della Polizia locale aveva bloccato oltre 400mila articoli contraffatti per bambini. Erano in possesso di un imprenditore cinese, per un valore di mercato di circa 1,5 milioni di euro. E moltissimi di questi giocattoli erano risultati già inseriti nel Rapex, il sistema d’allerta consumatori dell’Unione europea.

Giocattoli pericolosi: come riconoscere quelli giusti

Ma come si fa ad acquistare i giocattoli giusti? Per prima cosa, bisogna sempre ricordare che il giocattolo deve avere il marchio CE. E che nella dichiarazione di conformità CE dev’essere presente l’identificazione del giocattolo, che ne consenta la rintracciabilità. In secondo luogo, dev’essere inclusa anche un’immagine a colori di chiarezza sufficiente per l’identificazione del giocattolo. Dovranno essere inoltre fornite specifiche avvertenze di sicurezza per tipologia di prodotto con un limite d’età. E se si tratta di un giocattolo elettronico, deve avere le indicazioni relative alla pressione sonora, compresa tra gli 85 e i 115 decibel. La scatola deve poi contenere le istruzioni in italiano, il nome del produttore e degli elementi che lo compongono. Infine, bisogna sempre diffidare dei prezzi troppo bassi. E controllare che il giocattolo non presenti parti fragili o troppo piccole, che potrebbero essere ingerite con facilità dal bambino.

Website | + posts

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.