Attualità

Centrodestra: Ferragosto di fuoco per Salvini e Berlusconi

centrodestra-ferragosto-di-fuoco-per-lega-e-forza-italia

Centrodestra: solo macerie per la coalizione che 5 mesi fa aveva vinto le elezioni. Per farsi un’idea di quanto Matteo Salvini e Silvio Berlusconi siano agli antipodi, basta scorrere gli avvenimenti degli ultimi giorni, a partire dal caso di Marcello Foa, bocciato alla presidenza della Rai da Forza Italia.

Dall’Abruzzo a Forza Salvini

L’ultimo sgarbo, per usare un eufemismo, è arrivato con la decisione della Lega di correre da sola nelle prossime elezioni regionali abruzzesi. Niente alleanza o coalizione che dir si voglia. A Pescara il centrodestra non ci sarà. Poco prima, notizia inizialmente sfuggita ai più, nel partito di Berlusconi era nata ufficialmente una corrente che già dal suo nome lascia poco spazio alla fantasia: Forza Salvini (sottotitolo, “Quelli di Forza Italia che supportano Salvini”).
Insomma, in questi giorni di Ferragosto, complici anche i drammatici sondaggi che danno Forza Italia all’8% dal 14 del 4 marzo, tanti amministratori locali e parlamentari azzurri sembra stiano preparando le valigie per traslocare sotto le bandiere di via Bellerio.

Centrodestra: donne contro

Alessandra Mussolini ha già dato l’addio a Berlusconi e ha speso sentite parole di stima per Salvini. Così c’è già chi la vede ricandidata con la Lega alle prossime europee.
Addio anche per Silvia Sardone, la regina delle preferenze nelle ultime elezioni regionali lombarde, che tra mille polemiche non ha trovato posto nella giunta del presidente Attilio Fontana. “Sono uscita da Forza Italia perché non è più vicina ai cittadini”, ha detto. E anche se non è ancora salita sul Carroccio ha aggiunto: “Salvini è stato attaccato solo per fare opposizione. Ma porta avanti il programma di centrodestra”. Infine, non poteva mancare una stoccata sul riavvicinamento tra Forza Italia e il Partito democratico: “Nel momento in cui FI ha le stesse posizioni del Pd io faccio fatica a riconoscermi”, ha concluso Sardone.

La Farmacia di via Bellerio

Partita caldissima, dunque. E pensare che fino a ieri sembrava che Salvini frenasse sul’Opa per prendersi quel che resta di Forza Italia, anche per non minare gli equilibri in regioni come Lombardia, Liguria e Veneto, governate dal centrodestra.
Ma dopo lo scontro su Foa tutto è cambiato. E non si può non pensare che sia stato un “casus belli” creato ad arte. Guarda caso su un tema, quello della Rai, su cui Berlusconi per ovvi motivi è sensibilissimo.

Di sicuro al leader del Carroccio un bel pacchetto di parlamentari di Forza Italia per ingrossare le fila leghiste oggi farebbe molto comodo. Prima di tutto nel continuo braccio di ferro coi 5 Stelle per Tav e Tap, e in vista della legge di Bilancio. Ma anche guardando all’esterno del governo. E cioè per mandare un messaggio ai mercati, a Bruxelles e ai “poteri forti”, dentro e fuori dai palazzi romani, Quirinale compreso: Salvini pesa sempre di più senza bisogno di guardare ai sondaggi che danno la Lega al 30%.

E Berlusconi? Seppellirà Forza Italia per fondare un nuovo partito e tentare di riconquistare consensi con l’ennesima catarsi? La risposta potrebbe arrivare alla kermesse di Fiuggi organizzata da Antonio Tajani, diventato l’ultimo delfino del leader di Arcore. Ma se la strada resta quella di un riavvicinamento a Matteo Renzi, è probabile che a settembre il mal di pancia faccia molte altre vittime tra gli accoliti di Berlusconi. E la farmacia di via Bellerio, per la gioia di Salvini, è sempre aperta.

 

 

 | Website

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

2 Commenti

  1. Da salvo
    Secondo me , Salvini è stato furbo e in mala fede con Berlusconi: ha preso i voti grazie a forza italia, e adesso fa il gradasso. Salvini è in vantaggio su tutti i politici, perchè astuto, e con la scusa degli immigrati sta cercando di arrivare ai vertici più alti. Non ci riuscirà, e vedremo, presto, Berlusconi al governo. Salvini ti sei troppo gasato, piuttosto, tu e tuoi amici mettetevi daccordo e restituite i 49 milioni che mancano dalle casse della lega.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.