Home Attualità

Sforza Fogliani: commissione d’inchiesta sul concorso della Fondazione Teatri di Piacenza

sforza-fogliani-commissione-dinchiesta-sul-concorso-della-fondazione-teatri-di-piacenza

Corrado Sforza Fogliani non molla la presa. Il leader storico dei Liberali va ancora all’attacco della Fondazione Teatri di Piacenza. E anche stavolta usa la sua arma preferita, un tweet pubblicato nella mattinata di ieri che però non è solo critico come al solito nei confronti dell’Amministrazione comunale di centrodestra.

Il tweet parla di un caso concreto: un concorso indetto dalla Fondazione Teatri, ente presieduto dal sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri e gestito dalla direttrice Cristina Ferrari. Secondo Sforza qualcuno conosceva già il nome del vincitore del concorso almeno 15 giorni prima della sua proclamazione. E di fatto l’avvocato piacentino chiede una commissione d’inchiesta sulla vicenda.

Vediamo allora i fatti e le indiscrezioni riscontrati dal cronista. Il concorso in questione, per titoli e colloquio, sarebbe quello indetto dalla Fondazione Teatri per un posto da coordinatore di produzione a tempo pieno e indeterminato, con una retribuzione lorda annua di poco superiore a 29mila euro.

Da una visita al sito dell’ente, dove sono disponibili tutti gli atti formali del concorso, risulta che il bando a selezione pubblica è stato pubblicato il 5 agosto 2021. Un mese dopo, il 6 settembre, alla scadenza dei termini per la presentazione delle domande erano pervenute 23 candidature. Valutati i curriculum dei proponenti da parte della commissione esaminatrice presieduta da Ferrari, nominata sempre il 6 settembre, uno solo dei candidati è poi stato ammesso al colloquio finale.

Il candidato viene convocato dalla commissione il 10 settembre per sostenere il colloquio finale. E sempre il 10 settembre viene stilata la determina che sancisce la sua assunzione. Va aggiunto, a quanto si sa, che nessuno dei 22 candidati esclusi dal colloquio finale avrebbe fatto ricorso, impugnando il risultato del concorso della Fondazione Teatri.

A questo punto della vicenda si lega l’altro elemento che l’avvocato Sforza Fogliani evidenza nel suo tweet. Risalirebbe all’assemblea dei Liberali piacentini del 24 novembre scorso. Durante l’incontro sarebbe stata aperta pubblicamente una busta con un timbro precedente alla proclamazione del vincitore del concorso per coordinatore di produzione della Fondazione Teatri. Il nome contenuto nel plico? Lo stesso di colui che poi è stato assunto dall’ente piacentino.

Website | + posts

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

Articolo precedenteDiario Quirinale.8: Belloni, Finocchiaro e Severino, scelte rosa per il Colle
Articolo successivoDiario Quirinale.9: Paolo Gentiloni, il candidato che piace all’Europa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.