Cultura

Da Piacenza a Francoforte e ritorno: Stefania Girometti verso la direzione dei Musei civici

piacenza-francoforte-e-ritorno-stefania-girometti-direttore-dei-musei-civici

Stefania Girometti è in pole position per dirigere i Musei civici del Comune di Piacenza. E se arrivasse a palazzo Farnese, sarebbe una storia da copertina. Vediamo perché.

Girometti ha lasciato Piacenza dopo la maturità al liceo Gioia per studiare Storia dell’arte europea e museologia all’università di Heidelberg, in Germania. Poi ha conseguito un dottorato che l’ha vista frequentare anche l’École du Louvre di Parigi. Quindi Girometti diventa assistente curatrice alle Collezioni statali d’arte di Dresda. E oggi la 36enne lavora allo Städel Museum di Francoforte come project manager.

Dunque Stefania Girometti vanta già un bel curriculum internazionale. Tanto che – dopo i colloqui del sindaco Katia Tarasconi coi candidati selezionati dalla Commissione esaminatrice (Massimo Sandoni, Antonella Gigli e Anna Coccioli Mastroviti) – le ultime indiscrezioni hanno acceso i riflettori su di lei per l’incarico di direttore scientifico dei Musei civici. Un ruolo a tempo determinato, collegato al mandato del sindaco Tarasconi, che si chiuderà nel 2027.

Le suggestioni

Così arriva la prima suggestione made in Germany. Proprio a Dresda la superstar che attira frotte di visitatori è la Madonna Sistina di Raffaello. Il dipinto, esposto alla Gemäldegalerie Alte Meister (Pinacoteca dei Maestri Antichi), arriva proprio da Piacenza, quando i monaci di San Sisto lo cedono nel 1754 ad Augusto III di Sassonia per 25.000 scudi romani. E con una direttrice ben inserita nel mondo dell’arte tedesco, magari un nuovo tentativo per riportare il capolavoro a Piacenza per una grande mostra si potrebbe fare.

La seconda suggestione è quella di un altro rientro a casa. Più semplice, ma pur sempre significativo, visto che oggi i nostri giovani talenti lasciano l’Italia in ricerca di migliori opportunità. Dopo tanti anni all’estero, Stefania Girometti potrebbe invece fare un bel viaggio di ritorno. Un’auspicio che aveva già espresso su PiacenzaSera a metà del 2021, quando aveva dichiarato: “Ci sono tanti tesori a Piacenza, il mio desiderio in futuro è quello di poter lavorare per valorizzarli”.  Ed ecco infine la terza suggestione: il suo sarebbe un percorso simile a quello della stessa Tarasconi, rientrata a Piacenza dopo un lungo periodo negli Stati Uniti, per poi intraprendere una carriera politica che oggi la vede alla guida della sua città.

I nodi da sciogliere

Non dimentichiamo però che la validità del bando comunale è stata contestata. E che nel caso la scelta del sindaco cadesse davvero su Stefania Girometti, visti gli impegni a Francoforte, probabilmente il suo ritorno a Piacenza non potrebbe avvenire da un giorno all’altro. Ma si sa, anche nelle storie più complicate, a volte il lieto fine arriva.

Website | + posts

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.