Attualità

Opizzi, Soresi e Zanardi: le tre “Sorelle d’Italia” che movimentano la vita politica piacentina…

opizzi-soresi-e-zanardi-le-tre-sorelle-ditalia-che-movimentano-vita-politica-piacentina
Da sinistra: Erika Opizzi, Sara Soresi, Gloria Zanardi

Opizzi, Soresi e Zanardi: le tre “Sorelle d’Italia”, rigorosamente indicate in ordine alfabetico, stanno movimentando la vita politica di Piacenza. Di nome fanno rispettivamente Erika, Sara e Gloria. Che cos’hanno in comune? Oltre all’età (che non sveliamo), al bell’aspetto, la professione di avvocato e una vera passione per la politica. Con quest’ultima, più della concorrenza lavorativa, che alimenta qualche scintilla tra le tre grazie locali di Fratelli d’Italia. E magari, seppur si guarda bene dal rivelarlo, provoca qualche grattacapo al leader Tommaso Foti, anche se l’onorevole piacentino ha ben altro a cui pensare dalle parti di Montecitorio, dove guida le truppe di Giorgia Meloni.

Regionali in vista

Ad alimentare nuove tensioni sarebbe l’avvicinarsi delle elezioni regionali, che si dovrebbero tenere a gennaio 2025. I numeri fanno pensare che a Piacenza, oltre a quello del confermatissimo Giancarlo Tagliaferri, per FdI potrebbe arrivare un secondo seggio in Assemblea. Così le grandi manovre sono iniziate. In particolare, pare sia il ritorno sulla scena di Opizzi che sta muovendo gli equilibri, fino a ieri legati principalmente alle due consigliere comunali Soresi e Zanardi; la prima capogruppo e la seconda vicepresidente del Consiglio, che si accompagnano a Nicola Domeneghetti, il terzo esponente di FdI che siede nell’Aula di palazzo Mercanti.

Opizzi, già assessore all’Urbanistica di Piacenza, si era dimessa dalla Giunta Barbieri due anni fa per l’inchiesta sugli appalti in Val Trebbia e nel capoluogo, che la vedeva indagata insieme con l’onorevole Foti. Ma il mese scorso è stata depositata la richiesta di archiviazione nei loro confronti da parte della Procura di Piacenza. E in attesa della conferma definitiva del Giudice per le indagini preliminari, Opizzi ha iniziato a muoversi con più frequenza sulla scena politica cittadina. Tanto che in via Stradella, sede piacentina di FdI, circola l’idea di una sua candidatura alle elezioni regionali, che pare sia all’apice dei desideri dell’ex assessore.

Vengo anch’io…

Tutto bene? Non proprio. Dalle parti di palazzo Mercanti si dice che anche Soresi – che si sta facendo notare con i colleghi di FdI per la puntigliosa opposizione alla Giunta Tarasconi – accarezzi il desiderio di un seggio all’Assemblea regionale; un ruolo che non è incompatibile con quello che riveste in Comune. E Zanardi? Anche se al momento sull’ipotesi Regionali sembra essere più defilata, di certo potrebbe giocare le sue carte per arrivare a Bologna. Quindi il ritorno in campo di Opizzi avrebbe fatto partire i primi fuochi incrociati, con l’ex assessore che non si tira indietro.

Sia chiaro: gli spazi in lista sarebbero ben disponibili, visto che per FdI si parla di quattro candidature piacentine alle prossime Regionali. Ma è la sovrapposizione dei profili – giovani donne e avvocato – che sulla carta consiglierebbe una sola candidatura di questo tipo tra Opizzi, Soresi e Zanardi. Così adesso tutti non possono che volgersi al grande capo. Ma quello che deciderà l’onorevole Foti, che di certo per prima cosa guarda all’interesse del partito, è ancora tutto da scrivere…

Website | + posts

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.