Home Cultura

Ricci Oddi, le scelte del sindaco Tarasconi: Veneziani e Poli nel Consiglio della Galleria

ricci-oddi-le-scelte-del-sindaco-tarasconi-veneziani-e-poli-nel-consiglio-della-galleria
Jacopo Veneziani e Valeria Poli

Ricci Oddi: i giochi sono fatti. Il sindaco Katia Tarasconi ha scelto Jacopo Veneziani e Valeria Poli come rappresentanti del Comune di Piacenza nel Consiglio di Amministrazione della Galleria d’arte moderna di via San Siro.

Del piacentino Jacopo Veneziani, originario di Lugagnano val d’Arda, avevamo già anticipato la candidatura. E soprattutto la sua investitura per la presidenza della Ricci Oddi. Con il 28enne docente allo Iulm e noto divulgatore d’arte in tv, al fianco del giornalista Massimo Gramellini su Rai3, che avrà il compito di rilanciare la Galleria soprattutto nel marketing legato a turismo culturale e sponsorizzazioni per creare eventi di alto livello.

Al suo fianco, ecco Valeria Poli, che con Veneziani va a sostituire il professor Fernando Mazzocca (presidente) e Giovanni Giuffrida (consigliere), indicati dalla precedente Amministrazione Barbieri e a cui Tarasconi ha dato il benservito. La professoressa piacentina, gradita a Veneziani, di cui è stata pure insegnante di storia dell’arte, è docente al liceo Cassinari. Presidente della sezione locale della Deputazione di Storia Patria di Parma e Piacenza, Poli è nota anche come curatrice di molte iniziative culturali dal taglio storico-artistico della Banca di Piacenza.

Tensioni col Pd?

Che il sindaco volesse nel Cda della Ricci Oddi una donna al fianco di Veneziani (nome pare suggerito dalle parti di palazzo Xnl) era risaputo. Ma si dice che la nomina di Valeria Poli abbia già creato qualche mal di pancia nel centrosinistra; in particolare nel Pd, che aveva indicato a Tarasconi un’altra figura femminile di alto livello. Stiamo parlando della piacentina Francesca Leonardi, lanciata dalle pagine di Libertà la scorsa settimana, dopo il deposito della sua candidatura tra le 12 arrivate in Comune per entrare nel Cda della Galleria; 32 anni, Leonardi vanta un PhD in Gestione del patrimonio culturale e una laurea in Economia e Management alla Bocconi. E come ricordava il quotidiano piacentino, attualmente la giovane esperta è collaboratrice di ricerca nella Scuola di Alti Studi di Lucca.

Tuttavia i dissapori nel centrosinistra potrebbero essere ben presto ricomposti, con l’arrivo di altri incarichi prestigiosi in quota Pd. Come ben sappiamo in ballo ci sono cariche di nomina comunale dall’ampio rilievo economico. La presidenza di Asp (Vittorio Emanuele e Ospizi civili), dopo le dimissioni di Eugenio Caperchione; quella di Acer (case popolari), ricoperta da Patrizio Losi e arrivata al capolinea. Senza dimenticare le nomine alla presidenza delle Farmacie comunali e nel Cda di Seta, dopo i “licenziamenti” rispettivamente di Manuel Ghilardelli e Fabio Callori da parte del sindaco Tarasconi.

Nella storia

Tornando alla Ricci Oddi, adesso vedremo se Jacopo Veneziani diventerà presidente, nel caso il più giovane nella storia della Galleria. La prassi vuole infatti che la carica (a titolo gratuito, come per i consiglieri) spetti a uno dei due componenti di nomina comunale; va espletato però il passaggio formale del voto del Cda composto da altri cinque membri: attualmente il vicepresidente Eugenio Gazzola, indicato a suo tempo dalla Prefettura; Corrado Sforza Fogliani (Accademia di San Luca), Franca Franchi (Amici dell’Arte), Alberto Dosi (Fondazione di Piacenza e Vigevano) e Alessandro Casali (eredi Ricci Oddi).

Website | + posts

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

Articolo precedenteL’assessore Simone Fornasari “A tu per tu con Piacenza”: fare sistema per rilanciare il commercio
Articolo successivoPovertà: pacchi alimentari e mense di carità per tre milioni di italiani (+12%)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.