Home Piacenza

Il Comune di Piacenza perde i pezzi: lascia il segretario generale Carbonara?

comune-di-piacenza-perde-pezzi-lascia-segretario-generale-carbonara
Palazzo Mercanti, sede del Comune di Piacenza; nel riquadro, il segretario generale Roberto Maria Carbonara

Comune di Piacenza: il segretario generale Roberto Maria Carbonara avrebbe le valige pronte. Le indiscrezioni che arrivano da palazzo Mercanti parlano già di una data certa. Carbonara, il principale dirigente dell’amministrazione, lascerebbe l’incarico alla fine di agosto, per prendere servizio il prossimo 5 settembre nello stesso ruolo presso il Comune di Sesto San Giovanni, in provincia di Milano.

In carica dal 2019

Carbonara era approdato a Piacenza dal Comune di Reggio Emilia meno di tre anni fa, il 7 novembre 2019, scelto direttamente dall’allora sindaco di centrodestra Patrizia Barbieri, dopo la selezione avviata il 4 ottobre dello stesso anno. Se la notizia fosse confermata, si potrebbe parlare anche di spoil system? Certo che sì, ma sulla vicenda, dal sapore di un fulmine a ciel sereno, vanno fatte almeno un paio di considerazioni.

Tempi e responsabilità

La prima è sulla velocità dei tempi di questo eventuale addio. Il nuovo sindaco di centrosinistra Katia Tarasconi ha vinto le elezioni al ballottaggio lo scorso 26 giugno; ha presentato la sua Giunta il 14 luglio, con il primo Consiglio comunale che si è tenuto il 18. Quindi nemmeno un mese per gestire il passaggio di consegne tra Barbieri e Tarasconi, e per dare un minimo di informazioni sulle pratiche in corso, che il principale dirigente della macchina comunale se ne va.

La seconda considerazione guarda all’importanza del ruolo rivestito da Carbonara; cioè a tutte le responsabilità di chi guida questa macchina amministrativa. Per capirlo, basta andare sul sito del Comune che elenca le funzioni del segretario generale:

  • «collabora e fornisce supporto e consulenza giuridico – amministrativa nei confronti degli organi istituzionali;
  • svolge funzione di Ufficiale Rogante attività contrattuale dell’Ente;
  • partecipa con funzioni referenti, consultive, di assistenza alle riunioni del Consiglio e della Giunta e ne cura le relative verbalizzazioni;
  • interviene nelle fasi procedimentali e decisionali di formazione degli atti a proposito di tutti gli aspetti giuridici legati ad un più adeguato raggiungimento del fine pubblico;
  • responsabile prevenzione della corruzione e per la trasparenza – RPCT (nominato con atto sindacale del 28/11/2019 Prot. Gen. 134520)».
Agenda complessa

Ce ne sarebbe abbastanza per fare notizia anche in tempi di bonaccia. Ma il quadro a Piacenza è ben più complicato. Oltre al recente avvicendamento politico alla guida del Comune, non va dimenticato che a stretto giro ci sono da organizzare i seggi per le elezioni politiche del prossimo 25 settembre. E in agenda ci sono comunque partite complesse e delicate, come per esempio quella sull’area del nuovo ospedale che Tarasconi vuole spostare in altra sede. Una pratica che Carbonara naturalmente conosce a menadito.

Macchina in difficoltà

Non si sa se il segretario generale se ne vada sbattendo la porta o se sia stato invitato a lasciare l’incarico; oppure se questo trasferimento era già previsto da tempo sul piano privato, visto che Sesto San Giovanni è a pochi chilometri da Treviglio, dove pare risieda Carbonara. Ma sta di fatto che la sua partenza in tempi così ristretti lascia perplessi, anche per le note condizioni di difficoltà che vive il personale amministrativo di palazzo Mercanti; da tempo infatti è a ranghi ridotti, con conseguenti problemi organizzativi. Basti pensare che il Comune di Piacenza non ha un direttore generale, e che lo stesso segretario Carbonara riveste ad interim pure il ruolo di dirigente del servizio risorse economiche.

E adesso?

Resta da capire chi sceglierà il sindaco Tarasconi dapprima come facente funzione di Carbonara. La logica fa pensare all’attuale capo di Gabinetto, la dirigente e avvocato Vittoria Avanzi o alla collega Elena Vezzulli. Poi per selezionare formalmente e a pieno titolo il nuovo segretario generale del Comune di Piacenza dovrà essere pubblicato un apposito bando; a questo punto da emanare in tempi brevi se non brevissimi.

Website | + posts

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

Articolo precedentePd: l’accordo con Calenda allarga o restringe il campo elettorale di Letta?
Articolo successivoCalenda: l’addio al Pd di Letta e le prossime mosse del leader di Azione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.