Attualità

Qualità dell’aria: Piacenza è la sesta città più inquinata d’Italia

qualita-dellaria-piacenza-sesta-citta-piu-inquinata-ditalia

A Piacenza si respira un’aria cattiva: in pratica è la sesta città più inquinata d’Italia. E alzando lo sguardo c’è poco da stare allegri. Il primo capoluogo di questa triste classifica è la vicina Cremona, che dista da Piacenza una trentina di chilometri. Un quadro davvero negativo che emerge dall’ultimo report dell’Agenzia europea dell’ambiente (Eea) e che in sostanza conferma quello di due anni fa.

Il podio in Europa e in Italia

Nel monitoraggio stavolta sono stati considerati i dati di 375 città nei 27 Paesi dell’Unione europea e in Islanda, Norvegia, Svizzera e Turchia; con la graduatoria che va sempre dalla città più pulita alla più inquinata, sulla base dei livelli medi di particolato fine (Pm2,5), calcolato in microgrammi per metro cubo d’aria (µg/m3) durante il biennio 2021-2022.

Le migliori città europee per qualità dell’aria sono la portoghese Faro (3,7 µg/m3), seguita dalle svedesi Umeå (3,9 µg/m3) e Uppsala (4 µg/m3). In Italia invece svetta Sassari (16ª, 5,9 µg/m3), ma per trovare la seconda città con l’aria più pulita del nostro Paese bisogna scendere al 33° posto di Livorno (7,7 µg/m3) e per completare il podio si deve scivolare fino alla 72ª posizione di Battipaglia (8,6 µg/m3).

Piacenza e dintorni

L’Italia in generale è rimasta quindi in fondo alla classifica, seconda solo alla Polonia, che guida un drappello di Paesi dell’Europa dell’Est. E come si poteva scommettere l’inquinamento dell’aria è rimasto massiccio nella Pianura Padana. Risalendo la classifica dall’ultima posizione della croata Slavonski Brod (375ª, 28 µg/m3), Cremona è in 372ª posizione (25,1 µg/m3). E quindi, ribaltando la graduatoria, è la città con l’aria più inquinata d’Italia. Meglio di lei fanno Padova (367ª, 21,5 µg/m3) e Vicenza (362ª, 21 µg/m3). Poi ecco Venezia (359ª, 20,7 µg/m3), Brescia (358ª, 20,6 µg/m3) e appunto Piacenza, al 357° posto della classifica europea (20,5 µg/m3) e così sesta città più inquinata del Paese.

Sempre nei dintorni di Piacenza, le cose non vanno molto meglio. Alessandria è al 353° posto (20,3 µg/m3); Milano è in 349ª posizione (19,7 µg/m3), preceduta da Pavia (348ª, 19,6 µg/m3). Preoccupante, ma con un inquinamento inferiore la situazione nel resto dell’Emilia-Romagna. Per trovare la prima città della regione bisogna risalire ben 25 posizioni rispetto a Piacenza. Modena infatti è al 332° posto con 17,6 µg/m3; poi troviamo Sassuolo (320ª, 16,9 µg/m3), Reggio Emilia (314ª, 16,9 µg/m3) e Ferrara (307ª, 15,8 µg/m3). Risalendo ancora la classifica, si incontrano Rimini (299ª, 15,3 µg/m3) e Ravenna (298ª, 15,2 µg/m3). Infine, le tre città dell’Emilia-Romagna che hanno l’aria meno inquinata in regione: la vicina Parma (294ª, 14,9 µg/m3) è 63 posizioni sopra Piacenza e fa segnare all’incirca il 25% in meno di incidenza delle polveri sottili; poi si va a Bologna (277ª, 14 µg/m3), per chiudere con Forlì, al 246° posto (12,6 µg/m3).  

Dati allarmanti

In complesso si tratta di dati allarmanti per la salute pubblica anche in Emilia-Romagna, tenuto conto che la qualità dell’aria è ritenuta accettabile a 10 µg/m3, come nel caso di Genova (158ª in classifica, 88 posizioni sopra Forlì). Senza dimenticare che secondo l’Agenzia per l’ambiente, l’inquinamento dell’aria dovuto principalmente a impianti di riscaldamento, traffico veicolare e produzioni industriali, provoca oltre 1.200 decessi annui tra i minori europei. Certo, è una sfida continentale, nazionale e regionale; ma anche per i Comuni più coinvolti, come quelli di Piacenza e della sua provincia, che forse non possono continuare a nascondersi dietro l’adagio… tanto se non inquino io lo fa il mio vicino.

 | Website

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.