Attualità

Ausl di Piacenza in crisi: arrivano gli anestesisti in pensione per garantire il servizio ospedaliero

ausl-di-piacenza-in-crisi-anestesisti-in-pensione-per-servizio-ospedaliero

Ausl di Piacenza: la carenza di medici e specialisti si fa sentire forte e chiara all’ospedale Guglielmo da Saliceto. Tanto che una delibera dell’Azienda sanitaria guidata dal direttore generale Paola Bardasi, sancisce l’arrivo di due medici anestesisti in quiescenza e cioè in pensione.

Nella deliberazione, la n° 372 del 9 agosto scorso, si conferiscono due incarichi professionali ai dottori Aldo Cristalli e Piero Liardo, in qualità di medici anestesisti. Il tutto nasce dalla proposta del direttore dell’Anestesiologia aziendale, il dottor Massimo Corso, “in considerazione della grave e cronica carenza di personale medico anestesista presso le strutture aziendali e della estrema difficoltà a reclutare dirigenti medici anestesisti attraverso i canali tradizionali”.

Servizi a rischio

In più, sempre nel provvedimento, si sottolinea che “il perdurare delle attuali carenze d’organico dei medici anestesisti metterebbe a repentaglio l’erogazione dei servizi essenziali alla cittadinanza, oltre ad obbligare il personale in servizio a turni non coerenti con le disposizioni normative in materia di orario di lavoro e di riposi giornalieri e settimanali”.

Senza dimenticare che l’ultimo concorso indetto dall’Ausl, rivolto anche alle risorse interne si è risolto con la presenza di un unico specializzando in graduatoria. Quindi, “l’attuale significativa scopertura in Azienda nella dotazione organica di Dirigenti medici e di Anestesia e Rianimazione, molto difficilmente potrà essere colmata nel breve/medio periodo con ulteriori procedure concorsuali, stante la situazione di carenza complessiva a livello nazionale della professionalità in questione”.

Il bando 121

Così l’Ausl di Piacenza ha pubblicato un apposito bando, il n° 121 con scadenza 31/12/ 2023, dal titolo “Candidature per incarichi di lavoro autonomo in qualità di medico anestesista per effettuazione di turni per esigenze del Dipartimento terapie intensive, anestesiologia, terapia del dolore”. Dalla selezione, svolta con urgenza, sono emersi i nominativi degli anestesisti Cristalli e Liardo; che si specifica, sono medici in quiescenza, quindi in pensione. Uno status che però per questo tipo di incarichi non osta e, come specifica l’Azienda sanitaria nella deliberazione 372, ha avuto il via libera anche dal Dipartimento della funzione pubblica.

I due anestesisti avranno impegni diversi. Come si legge  nel provvedimento, il dottor Cristalli entrerà in servizio per sei mesi, dal prossimo 11 ottobre, con un “impegno orario mensile, sino ad un massimo di 15 turni di 12 ore ciascuno (180 ore, ndr)”; e percepirà “un importo massimo di 18mila euro al mese”. Il dottor Liardo sarà impiegato dal 1° ottobre, sempre per sei mesi, “sino a un massimo di 144 ore mensili da svolgersi in turni da 6 a 12 ore ciascuno”; e percepirà “fino ad un importo massimo di 14.400 euro al mese”. In entrambi i casi, i contratti avranno “copertura finanziaria aziendale”.

Non c’è due senza…

Al lavoro dei due medici si aggiungerà anche quello di una terza collega anestesista, che conferma il momento di forte difficoltà all’Ausl di Piacenza. Sempre il 9 agosto scorso, e sostanzialmente con le stesse motivazioni, l’Azienda sanitaria ha pubblicato infatti un’altra Deliberazione, la n°381, che conferisce un eguale incarico libero professionale alla dottoressa Lucia Fulgoni. Anche per lei sei mesi di contratto, ma con un impiego orario minore, “sino a un massimo di 48 ore mensili da svolgersi in turni di 12 o 6 ore ciascuno” per cui percepirà “un importo massimo di 4.800 euro a mese”, sempre con “copertura finanziaria aziendale”.

 | Website

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.