Attualità

Piazza Cittadella: dopo la fideiussione falsa, dubbi sul contratto tra Comune e Piacenza Parcheggi

parcheggio-piazza-cittadella-dopo-fideiussione-falsa-dubbi-sul-contratto-tra-comune-e-piacenza-parcheggi

Piazza Cittadella: dopo il caso della fideiussione falsa al vaglio della Procura, adesso serpeggiano i dubbi sulla validità del contratto tra Comune e Piacenza Parcheggi-Gps per la realizzazione del posteggio interrato. Avvocati ed esponenti politici, dentro e fuori il Consiglio comunale, pare ci stiano ragionando. In che senso? È presto detto: all’epoca dell’ormai famoso addendum al contratto, siglato a dicembre 2023, una delle condizioni imprescindibili dell’impegno tra le parti era proprio la fideiussione di Abarca Seguros. Un principio sottolineato qualche giorno prima della firma dell’addendum, il 14 dicembre 2023, durante un’apposita seduta delle Commissioni consiliari 1 e 2, dall’assessore Matteo Bongiorni e dal direttore generale e segretario comunale, Luca Canessa.

Come si può leggere nel verbale, l’assessore aveva sostenuto che “il Comune è tornato a ricondurre all’ordine questa vicenda e, oggi più che mai, può esigere dai soggetti coinvolti il rispetto degli impegni presi tra cui: il versamento dei canoni arretrati dovuti (periodo 2020-2022), le garanzie fideiussorie e la garanzia di bancabilità (una garanzia che solitamente non viene richiesta nei progetti di partenariato pubblico privato)”. Bongiorni poi evidenziava che “solo la soddisfazione di ogni aspetto contrattuale, da parte dei soggetti coinvolti, permetterà la sottoscrizione dell’addendum e la sua successiva validità”. Un concetto segnalato anche da Canessa che aveva ribadito come in merito alla fideiussione “ad oggi, ci sia una polizza valida, rilasciata da un istituto iscritto a registri professionali, di durata quinquennale”.

Tuttavia, questa fideussione così importante per la stipula all’epoca era falsa. E se vale il principio “tempus regit actum” (il tempo regola l’atto), nel dicembre 2023 all’addendum mancava una condizione imprescindibile per la realizzazione del contratto, e cioè proprio la validità della garanzia fideiussoria. Insomma, ce ne sarebbe abbastanza per chiedersi se l’addendum sia nullo o comunque viziato in modo sostanziale, tanto da farlo ritenere comunque non applicabile tra Comune e Piacenza Parcheggi-Gps. Il tutto anche per le conseguenze già in capo ai piacentini, che hanno visto aumentare il costo dei parcheggi a strisce blu da inizio 2024. Un’interpretazione da approfondire per l’Amministrazione guidata dal sindaco Pd Katia Tarasconi, che potrebbe richiedere un atto in sanatoria per garantire il prosieguo del progetto, se arrivasse la tanto attesa “bancabilità” dell’opera.

Non basta. Per qualcuno c’è anche altro: poco conta che la società del principe siciliano Filippo Lodetti Alliata abbia sporto denuncia dichiarandosi truffata. Nessun dubbio sulla sua buona fede come degli Uffici comunali. Ma le carenze relative all’ordinaria diligenza sulle verifiche della validità della fideiussione sarebbero un motivo sufficiente per far cadere il rapporto di fiducia tra le parti. Così adesso c’è chi sostiene che il Comune avrebbe anche l’opportunità di provare a far saltare in toto il contratto sul parcheggio interrato, evitando la sua discussa realizzazione in piazza Cittadella.

 | Website

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.