Attualità

Vittorio Emanuele III: le risposte che aspettiamo dal Quirinale e dal Governo

vittorio-emanuele-iii-risposte-che-aspettiamo-quirinale-governo
La salma di Vittorio Emanuele III davanti al santuario di Vicoforte (Cuneo)

Vittorio Emanuele III: le sue spoglie meritavano di tornare in Italia? A questa domanda risponderemo alla fine. Prima vogliamo raccontarvi quello che non ci è piaciuto di questa vicenda, a partire dai comportamenti delle istituzioni del nostro Paese.

La scelta del Quirinale

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato ringraziato pubblicamente dai rappresentanti di casa Savoia per aver concesso il rientro in Italia delle salme della regina Elena e del re Vittorio Emanuele III. Era nelle sue prerogative costituzionali consentirlo? Sì, poteva farlo. Ma forse una parola per spiegare la sua decisione ai cittadini italiani sarebbe stata cosa gradita. Magari coinvolgendo i rappresentanti di questi cittadini che siedono in Parlamento e che l’hanno eletto capo dello Stato. Perché il presidente Mattarella non l’ha fatto? Non stiamo parlando di un atto di ordinaria amministrazione, ma della Storia del nostro Paese. E Vittorio Emanuele III è stato un protagonista assoluto e molto controverso del Novecento italiano durante i suoi 46 anni di regno.

Il volo di Stato

Altro punto che va chiarito: come mai la salma di re Vittorio Emanuele III è rientrata in Italia con un volo militare? Chi l’ha autorizzato? Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni? Il ministro della Difesa Roberta Pinotti? E a che titolo formale, o per quale altro motivo, i soldi dei contribuenti sono stati spesi a questo scopo? Un protocollo che noi come tanti altri italiani non abbiamo gradito. E di cui vogliamo conoscere le ragioni.

Vittorio Emanuele III: no, grazie

E adesso veniamo alla prima domanda: la salma di Vittorio Emanuele III meritava di tornare in Italia? Per noi no, al di là dei formalismi di legge. Questo è il re che ha aperto le porte al fascismo. E per vent’anni ha avvallato tutte le scelte della dittatura di Benito Mussolini. Ha accettato l’alleanza con la Germania nazista di Adolf Hitler. Ha acconsentito alle vergognose leggi razziali e all’entrata dell’Italia in guerra. E dopo l’8 settembre, ha abbandonato gli italiani alla guerra civile, fuggendo oltre le linee alleate. Non lo diciamo noi, lo dice la Storia del nostro Paese. Una Storia tragica e sanguinosa, tra l’altro ancora molto vicina. Per tutto questo, a settant’anni dalla sua morte, le spoglie di Vittorio Emanuele III non meritavano di tornare e di riposare sul suolo italiano.

 

 

 | Website

Giovanni Volpi, giornalista professionista, è il direttore del Mio Giornale.net. Ha iniziato al Sole-24 Ore nel 1993. Dieci anni dopo è passato in Mondadori, a Tv Sorrisi e Canzoni, dove ha ricoperto anche il ruolo di vicedirettore. Ha diretto Guida Tv, TelePiù e 2Tv; sempre in Mondadori è stato vicedirettore di Grazia. Ha collaborato con il Gruppo Espresso come consulente editoriale e giornalistico dei quotidiani locali Finegil.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.