Home Attualità

Il generale Marco Bertolini: più attenzione ai cristiani perseguitati nel mondo

generale-marco-bertolini-piu-attenzione-ai-cristiani-perseguitati-nel-mondo

Marco Bertolini lancia l’allarme sulle persecuzioni che subiscono i cristiani nel mondo. Il generale, presidente della Associazione nazionale paracadutisti d’Italia, lo fa dal convegno tenuto ieri al PalabancaEventi di Piacenza dal titolo I Cristiani in Medio Oriente.

Secondo Bertolini, introdotto nel suo intervento da Pietro Coppelli, condirettore generale della Banca di Piacenza ed ex paracadutista della Folgore, “ci dimentichiamo che le nostre radici sono proprio nel Medio Oriente; le prime unità cristiane sono nate in Terrasanta. È da lì che viene la fede che ha poi plasmato la cultura del nostro continente e che ha dato origine a quella civiltà europea di cui siamo tanto orgogliosi”.

Eppure, ha sottolineato il generale, già responsabile del Comando Operativo di Vertice Interforze, di questo passato “spesso ce ne dimentichiamo”. Trattiamo queste persone “quasi con razzismo. Come se fossero diversi da noi. Invece non lo sono: hanno una fede come la nostra; anzi più forte della nostra, ed è un peccato che noi non prestiamo attenzione alle loro sofferenze”.

Poi Bertolini si è soffermato su alcuni casi concreti delle persecuzioni che subiscono le comunità cristiane nel mondo: “Ce lo confermano i Copti d’Egitto che vivono in una situazione di grande difficoltà dovuta alla presenza dei Fratelli Musulmani; ce lo confermano le comunità cristiane in Siria che sono state abbandonate alla violenza dell’Isis, con l’Occidente un po’ compiacente perché all’Occidente interessa solo abbattere Assad che invece inquadra nel suo esercito anche molti cristiani”.

Quindi, ha concluso il presidente dell’Associazione nazionale paracadutisti d’Italia, intervistato da RadioSound-Piacenza24, “se noi prestassimo più attenzione a loro dimostreremmo anche più rispetto per la nostra civiltà”.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteGian Luca Sichel (Che Banca!): i piacentini vincono perché non seguono le mode
Articolo successivoMaurizio Botti: il candidato sindaco di Piacenza Rinasce a “L’arte di governare”

1 commento

  1. Parole d’oro: finalmente qualcosa si muove e si intravvede qualche crepa nella narrazione che vede ad esempio Assad, Russia, Iran e Palestina come “cattivi” e rivoltosi siriani (che poi sono ISIS, amici degli USA), Stati Uniti, arabi sunniti ed Israele sempre e comunque “buoni”. Il mondo, piaccia o no, non è bianco o nero; e la ragione non sta mai da una parte sola. Invito tutti a pregare per i fratelli cristiani, sacrificati in molti Paesi alla realpolitik ed agli interessi del mondo occidentale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.