Home Attualità

Ausl: all’Ospedale di Fiorenzuola scoppia il caso del dottor Esposito

ausl-a-fiorenzuola-scoppia-caso-dottor-esposito

Ausl di Piacenza: scoppia il caso del dottor Alessandro Esposito, noto cardiologo dell’Ospedale di Fiorenzuola d’Arda di recente già al centro delle polemiche per la chiusura del Pronto Soccorso. A dare la notizia da Bologna è Carmelo Carcasio, Coordinatore COBAS Pubblico Impiego Sanità Emilia-Romagna.

Il dirigente sindacale con una lettera indirizzata ai vertici dell’Azienda sanitaria piacentina, al sindaco di Fiorenzuola Romeo Gandolfi, al presidente della Regione Stefano Bonaccini e ai gruppi assembleari dell’Emilia-Romagna, chiede chiarimenti sull’improvviso spostamento del dottor Esposito contro la sua volontà dalla Cardiologia di Fiorenzuola a quella riabilitativa della Val Tidone, e cioè dall’altra parte della provincia. Ecco il testo della missiva:

Ricevuto mandato dal Dott. Alessandro Esposito, iscritto alla nostra associazione sindacale, riconosciuta a livello nazionale, regionale e aziendale, Vi chiediamo di renderci note urgentemente le ragioni per le quali lo stesso Dirigente Medico Cardiologo è stato assegnato temporaneamente – a decorrere dal 20 maggio p.v. – dall’attuale sede lavorativa dell’Ospedale di Fiorenzuola, cardiologia, alla U. O. SD Cardiologia Riabilitativa della Val Tidone, comunicata allo stesso Dirigente Medico, con lettera protocollata N. 2020/0056980 del 15 maggio 2020, (cioè solo tre giorni prima!) a firma del Direttore Amministrativo, Dott. Mario Giacomazzi.

In particolare Vi chiedo:

  • 1)  perché l’assegnazione temporanea avviene senza il volere dell’interessato?
  • 2)  qual è stato il criterio che ha portato alla scelta del Dott. Esposito tra le due unità di cardiologia presenti nell’Ospedale di Fiorenzuola e tra le tante unità U. O. C. di Piacenza cui appartiene?
  • 3)  perché non è stata prevista una alternanza tra le due unità mediche di Fiorenzuola e tra tutte quelle della cardiologia dell’Ospedale di Piacenza?
  • 4)  perché si sposta una delle due unità mediche specializzate in cardiologia, di così tanta importanza per l’Ospedale di Fiorenzuola, già privato di ogni altra risorsa specialistica, correndo il rischio, se la sola unità rimasta risultasse per qualsiasi motivo assente, di scoprire completamente un reparto di medicina, da 40 posti letto, di una valutazione importante come quella cardiologica?

Scrivo a tutti coloro che compaiono in indirizzo, su di un trasferimento che appare manifestatamente discriminatorio e persecutorio e di cui si chiedono ragioni oggettive all’Amministrazione dell’AUSL di Piacenza, proprio per escludere tale apparenza, anche in considerazione del fatto che il Dott. Alessandro Esposito, dalla condotta irreprensibile, ha tutt’ora aperto un contenzioso legale per fatti che hanno coinvolto gli Amministratori dell’AUSL di Piacenza.

Interpellato sulla vicenda, Carcasio spiega: “Siamo intervenuti perché c’è qualcosa che non va. All’apparenza sembra un provvedimento punitivo. Il dottor Esposito infatti ha impugnato di recente un procedimento disciplinare emesso nei suoi confronti da parte dall’Azienda sanitaria. Provvedimento che attualmente sta portando davanti alla magistratura civile, e su cui al momento non posso aggiungere altro”.
Infine il dirigente sindacale dei Cobas conclude sottolineando un altro aspetto preoccupante: “Ci colpisce la scelta dell’Ausl, perché oltretutto indebolisce il servizio di cardiologia dell’ospedale di Fiorenzuola passando sulla pelle dei pazienti”.

+ posts

8 Commenti

  1. L’allontanamento di un medico che da anni si prodiga per i suoi pazienti appare davvero una grande ingiustizia. Un medico scrupoloso e di grande umanità che di questi tempi è sempre più difficile incontrare e che non meritava un simile trattamento.

  2. Il Dott Alessandro Esposito non merita questo trattamento…….!. Noi lo conosciamo fin dai suoi primi passi che svolse nell’ ospedale di Fiorenzuola d’Arda. Un Dottore con una marcia in più……..sempre disponibile, cordiale, capace, umano e attento a tutte le persone che arrivavano bisognose di un intervento. Quando un uomo è una bella persona lo riconosci subito……..!. Parlo a nome di tantissime altre persone informandovi che non è giusto il provvedimento che avete preso nei suo confronti. Speriamo che gli interessati che hanno deciso questa ingiusta mossa, possano subito ritirarla………!!!.

    Cordiali Saluti

    Mauro Cella

  3. Appena saputo ci siamo rimasti male , è il Cardiologo di mio marito e devo dire che 3 anni fa gli ha salvato come si dice la pelle . Adesso aver perso una persona così cordiale , sempre disponibile e molto ma molto scrupoloso devo dire che questa scelta è proprio deludente . Devo dire che ultimamente i sindaci e politici fanno davvero pietà ,basta burocrazia cercate di usare il buon senso

  4. Stefano Barbieri. Non è la prima volta che accade, spiace prendere atto che non sono la professionalità o il merito ad essere considerati, ma vincono ancora i soliti giochi di potere.

  5. DOTT. ESPOSITO un medico di alta qualità e persona molto preparata e scrupolosa sul lavoro ,medico che molti vorrebbero , non capisco questo mossa di trasferimento , ma capisco ancor meno i sindaci della Val d’Arda che non si fanno sentire dalle decisioni prese dai direttori sanitari ( a parer mio non competenti e all altezza ) prima della decisione di chiudere il pronto soccorso ,(invece di ampiarlo e fare un pronto soccorso come si deve per le urgenze ) poi di togliere uno dei due medici di cardiologia, allora mi chiedo se togli uno dei due chi copre il servizio in ospedale ? A questo punto mi chiedo vogliono toglie un altro reparto in ospedale? Allora invito i cittadini della Val d’Arda e i sindaci a farsi sentire prima che sia troppo tardi , e mi auguro che il Dott. Esposito ritorni al posto che era, perché non merita questo trattamento , noi cittadini della val d’Arda gli siamo vicini e gli auguriamo il meglio

  6. Spero che i sindaci della Val d’Arda non si assoggettino alle scelte e decisioni dei dirigenti delle AUSL. Il dr Esposito deve restare a Fiorenzuola. Professionista competente, disponibile e umano genere raro in questi tempi.

  7. Scoperto solo oggi quanto accaduto al Dott. Esposito che stimo incondizionatamente per la professionalità, la competenza, la cordialità e l’empatia che riesce a creare con il paziente e (nel mio caso) l’accompagnatore che ha di fronte, sono veramente molto delusa dal constatare che, come spesso succede, le persone più meritevoli vengono spesso e volentieri “punite”.
    Temo che certe doti come professionalità, competenza, disponibilità, umanità onestà di pensiero, diano spesso molto più fastidio dell’esatto contrario…. Veramente vergognoso!
    Ridate il Dott. Esposito ai suoi pazienti, che insieme a lui, faranno le spese di questo provvedimento scellerato!
    Tantissimi Auguri Dottore: siamo tutti con lei e speriamo che almeno una volta, venga fatta giustizia!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.