Piacenza

Carabinieri di Piacenza: i numeri impressionanti di prevenzione e controllo sul territorio

carabinieri-piacenza-numeri-prevenzione-e-controllo-sul-territorio
Il prefetto Daniela Lupo e il viceprefetto Luigi Swich (al centro) con il colonnello Pierantonio Breda (primo a sinistra) e i vertici dei carabinieri di Piacenza

Carabinieri di Piacenza: il Comando Provinciale, guidato dal colonnello Pierantonio Breda, dà i numeri di prevenzione e controllo sul territorio nei primi sette mesi del 2023. Numeri impressionanti, che emergono da una nota di viale Beverora e dimostrano nei fatti l’impegno quotidiano dei militari dell’Arma nel Piacentino.

Le chiamate al 112

Si parte dalle oltre 350 chiamate al giorno al pronto intervento 112. Un dato medio, con le chiamate che hanno prodotto quasi altrettanti interventi di pattuglie di carabinieri. Le tre Compagnie (Piacenza, Fiorenzuola e Bobbio) hanno eseguito ogni giorno una media di 50 servizi preventivi (pattuglie e perlustrazioni), svolti dai presidi dell’Arma su tutto il territorio provinciale; quindi sia nel capoluogo che nei comuni della provincia e nelle aree rurali. Una vicinanza alla comunità in cui l’Arma piacentina ha profuso il massimo sforzo, senza mai perdere di vista la missione istituzionale di presidio della legalità nei luoghi che le sono affidati.

Identificazioni e controlli

I carabinieri di Piacenza in complesso hanno identificato e controllato 66.782 persone; per dare un ordine di grandezza, spiega la nota dell’Arma, è come se più o meno un piacentino su quattro fosse stato controllato nell’ultimo anno.

Furti, truffe e…

A fronte di una delittuosità misurata dai dati statistici rilevati dal 1° gennaio al 31 luglio 2023, i carabinieri procedono nell’80% dei casi; e vari sono stati gli scenari criminali maggiormente aggressivi che sino ad oggi hanno caratterizzato l’anno in corso e su cui l’Arma si è concentrata. In primis, i furti in genere, le truffe in danno di anziani, i casi di violenza di genere (cosiddetto codice rosso); ma un numero notevole di interventi sono stati effettuati anche per casi di litigiosità tra le persone o per verificare segnalazioni pervenute dai cittadini.

Casi in diminuzione

Il trend che si registra nel numero dei furti in genere denunciati è in diminuzione. La proiezione è 3.866 casi per il 2023 rispetto ai 4.056 del 2022; e anche il numero dei furti in abitazione è previsto in calo, 574 quest’anno, a fronte dei 727 sempre del 2022. Se guardiamo poi agli ultimi dieci anni, i furti in genere hanno registrato un trend in costante flessione: osservando il 2013, quando i furti denunciati erano stati 8.201, il dato previsto per quest’anno è quasi di due terzi inferiore (3.866). Analogo è l’andamento dei furti in abitazione: erano 1.702 nel 2013, e quest’anno, come abbiamo visto, dovrebbero assestarsi sui 574.

44 giri del mondo

Questo risultato, ottenuto con strategie di prevenzione e contrasto, è il frutto anche di un capillare controllo del territorio: i carabinieri piacentini hanno percorso, in un anno, 1.780.104 chilometri; per dare un’idea della grandezza della cifra, corrisponde a circa 44 volte il giro del mondo, conclude la norma dell’Arma di Piacenza.

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.