Attualità

Melania Trump? Non è la Barbie che molti pensano

La First Lady americana Melania Trump (foto di Regine Mahaux)

Melania Trump si sta rivelando una donna sorprendente. Questo viaggio al fianco del marito Donald dal Medio Oriente all’Italia, ci sta permettendo di vederla più da vicino. E i molti detrattori della bella First Lady, che pensavano a lei come a una Barbie o poco più, stanno cominciando a ricredersi. Melania nell’immaginario collettivo ha già assunto un rilievo notevole. Nulla di nuovo, direte. Così è stato anche per altre First Lady che l’hanno preceduta. Da Michelle Obama a Hillary Clinton. E se vogliamo, in questo senso si può risalire fino a Jacqueline Kennedy. Ma la 47enne Melania sta bruciando le tappe. Ha dimostrato di aver imparato subito, e prima di Donald, che cosa ci si attende da lei. Il primo esempio? Alla cerimonia dell’insediamento del marito, quando ha suggerito a Donald di mettere la mano sul cuore durante l’esecuzione dell’inno nazionale. Mentre lui ha commesso una imperdonabile gaffe diplomatica con Angela Merkel, facendo finta di non vedere la mano tesa della cancelliera tedesca per i saluti di prammatica.

Melania e Donald Trump sbarcano a Riyad, in Arabia Saudita (foto di Shealah Craighead)

I capelli al vento, il velo romano e la mano rifiutata

Dunque i segnali di Melania sono altrettanto importanti di quelli che provengono dal presidente degli Stati Uniti. Merita un’analisi attenta il fatto che Melania sia andata da re Salman, il sovrano musulmano dell’Arabia Saudita, a capo scoperto e con la capigliatura al vento. E si sia presentata invece da Papa Francesco con un abito nero di prammatica e il capo coperto. Addirittura da un velo nero vedovile non più richiesto in Vaticano dalla morte di papa Pacelli! Ma perché in questi giorni Melania Trump per due volte ha rifiutato di prendere la mano del marito? La prima volta è successo sul red carpet dell’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv. E la seconda sulla scaletta dell’Air Force One all’arrivo romano di CiampinoUna presa di distanze dall’ingombrante Donald? Una lite in corso?

Melania Trump (foto di Shealah Craighead)

Non sono una bambina

Secondo una studiosa del linguaggio del corpo, il rifiuto evidente di Melania di stringere la mano del marito significa che “non vuole essere trattata da bambina”. Vero, ma se lei fosse una casalinga di Voghera. Se però parliamo di una delle donne più potenti del mondo, che ha già dimostrato di sapere qual è il suo ruolo, forse c’è dell’altro. E magari lo capiremo da come si comporterà lungo la mega passerella del G7 che si terrà nei prossimi giorni a TaorminaDunque, attenti alle prossime mosse. Dopo i capelli al vento di Riyad e il velo in Vaticano, potrebbero esserci altre sorprese.

Massimo Solari è avvocato cassazionista e scrittore. Ha pubblicato diversi volumi sulla storia di Piacenza e alcuni romanzi. Ha tenuto conferenze e convegni sulla storia di Piacenza. Ha collaborato con le riviste Panoramamusei, L'Urtiga, e scrive sul quotidiano Italia Oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.