Spettacoli

Codice Unlocked: una spy story sul filo del rasoio e con tante star

Orlando Bloom e Noomi Rapace

Codice Unlocked arriva nelle sale italiane con un pedigree di tutto rispetto. La spy story che vedremo al cinema dal 4 maggio per prima cosa è firmata da Michael Apted. Il regista britannico ha nel suo curriculum film come il cult Gorky Park e 007 il mondo non basta, solo per restare nel genere dello spionaggio. Ma Apted ha diretto anche pellicole ben diverse, come Gorilla nella nebbia o Le cronache di Narnia – Il viaggio del veliero.

Da sinistra, Noomi Rapace, Orlando Bloom, Toni Collette, John Malkovich e Michael Douglas

Un cast di Serie A

La protagonista del film è invece Noomi Rapace. L’attrice è diventata famosa grazie alla Trilogia di Millennium, tratta dai romanzi dello svedese Stieg Larsson nel ruolo di Lisbeth Salander. E ha confermato le sue capacità agli ordini di registi come Guy Ritchie in Sherlock Holmes- gioco di ombre o di Ridley Scott in Prometheus. Al suo fianco c’è Orlando Bloom, in arrivo dalle saghe del Signore degli anelli e di Pirati dei caraibi. E poi non mancano due mostri sacri, come Michael Douglas e John Malkovich. Senza dimenticare Toni Collette, diventata una star grazie alla sua interpretazione in The Sixth Sense – Il sesto senso.

Orlando Bloom in una scena di Codice Unlocked

Londra sotto attacco

In Codice Unlocked la Rapace interpreta Alice Racine, un’agente della Cia esperta di interrogatori. La donna riesce ad ottenere da un giovane prigioniero che fa parte di una cellula terroristica delle informazioni chiave su un attacco contro un obiettivo americano a Londra. Ma all’improvviso Alice scopre di essere stata raggirata. Perché chi le ha dato l’incarico ha ben altri obiettivi. Così, dovrà impegnarsi allo spasimo per scoprire i mandanti e sventare l’attentato. E come nella tradizione delle migliori spy story nulla è come sembra un attimo prima.

I dubbi della critica

Il film, diciamolo subito, non ha soddisfatto il palato dei critici. Non sono mancati gli elogi alla prova del cast, Rapace in primis. Ma poi giù col bastone. Fa il verso alla saga di Jason Bourne, l’agente segreto senza memoria in fuga perenne da tutto e da tutti. Vuole richiamarsi impropriamente a cult come I tre giorni del condor. E poi, hanno scritto da più parti, ci sono salti logici e personaggi a volte poco credibili. Di certo il tema degli attentati terroristici di questi tempi purtroppo non è una novità. Ma spesso i critici vanno in direzione opposta ai gusti del pubblico. E quindi non è detto che con questo cast, una bella fotografia e una storia comunque attuale, che tiene sul filo del rasoio, Codice Unlocked non riesca a lasciare il segno al botteghino.

 

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.