Attualità

Corea del Nord: tutte le donne di Kim Jong-un

corea-del-nord-donne-kim-jong-un
Da sinistra in senso orario: Kim Jong-un e la moglie Ri Sol-ju, con la sorella Kim Yo-jong e la giornalista nordcoreana Ri Chun Hee

Corea del Nord: Kim Jong-un e le sue donne. Un lato fondamentale per un dittatore che si rispetti, anche nel terzo millennio. D’altra parte, guardando al passato, Hitler aveva Eva Braun, Mussolini divideva le sue giornate tra la “razdora” Rachele e l’affascinante Claretta Petacci. Josif Stalin invece condivideva il talamo con la massiccia Nadja Allilueva, mentre l’irruente Lenin aveva al fianco la pasionaria Nadežda Konstantinovna Krupskaja. E Kim, dicevamo, non si sottrae all’elenco, addirittura con un poker di donne, che compone il suo cerchio magico.

La first-lady che ama il lusso

Cominciamo dalla moglie Ri Sol-ju. La first-lady ha un passato da cantante. Nata tra il 1985 e il 1989, sembra abbia sposato Kim nel 2012. La sua passione? I brand del lusso. In una delle poche foto al fianco del Leader Maximo della Corea del Nord porta infatti una costosa borsetta di Christian Dior. Da un po’ Ri Sol-ju è scomparsa dall’iconografia ufficiale del regime, forse a causa di una gravidanza. Sarebbe il terzo virgulto di Kim, ma della coppia si sa poco o niente.

La sorella regista del regime

Al secondo posto c’è la sorella, Kim Yo-jong (a questo punto abbiamo capito che Kim è il cognome e non il nome). Trent’anni, è la figlia più piccola di Kim Jong-il. Studi in Svizzera tra il 1996 e il 2000, è sposata col figlio di Choe Ryong-hae, potente segretario del Partito dei Lavoratori della Corea del Nord. Due anni fa Kim Yo-jong è passata dall’incarico di vicedirettrice di dipartimento del comitato centrale del Partito a capo della propaganda. Sembra che sia lei ad aver instaurato il culto della personalità del fratello dittatore e che sia la sua consulente politica. Di lei si dice che abbia un’indole docile e benevola, e che sia molto riservata e ben educata. Secondo la Bbc avrebbe un ruolo chiave nel Paese, essendo la prima nella linea di successione del fratello. E Kim l’ha premiata ancora, nominandola membro supplente del Politburo. 

L’ex fidanzata popstar

In terza posizione ecco l’ex fidanzata popstar, Hyon Song-Wol, ex leader delle Moranbong, un gruppo pop composto da sole donne. Secondo il Daily Mail, Kim l’avrebbe promossa nel suo cerchio magico, nominandola membro del Comitato centrale del Partito dei Lavoratori. Dunque, la notizia della sua fucilazione assieme ad altre 11 persone con l’accusa di pornografia, diffusa 4 anni fa, doveva essere falsa. Il dittatore e la cantante si erano conosciuti nel 2004 ed era esplosa la passione. Ma il padre di Kim lo aveva costretto ad interrompere la relazione. A questo punto però è chiaro che il dittatore non si è mai dimenticato di lei.

L’anziana giornalista

Al quarto posto siede un’attempata giornalista, Ri Chun Hee: 74 anni, è famosa per i suoi hanbok rosa (l’abito tradizionale nordcoreano, simile al kimono giapponese). Nonostante sia in pensione, dopo una lunga carriera televisiva, è sempre lei a leggere i comunicati più importanti di Pyongyang, come quello sull’ultimo test di una bomba all’idrogeno. Come mai? Sembra che al dittatore piacciano il suo stile melodrammatico nel dare le notizie e la sua assoluta fedeltà al regime della Corea del Nord. Kim probabilmente ricorda i pianti a dirotto coi quali la giornalista aveva annunciato le morti del nonno Kim Il Sung e del padre, Kim Jong-il.

Massimo Solari è avvocato cassazionista e scrittore. Ha pubblicato diversi volumi sulla storia di Piacenza e alcuni romanzi. Ha tenuto conferenze e convegni sulla storia di Piacenza. Ha collaborato con le riviste Panoramamusei, L'Urtiga, e scrive sul quotidiano Italia Oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.