Home Economia

Piacenza è sempre più social: tutti i numeri dell’indagine di Blacklemon

piacenza-e-sempre-piu-social-tutti-i-numeri-dellindagine-di-blacklemon
Luca Groppi e Nicola Bellotti

Piacenza sempre più social. A valutare numeri e comportamenti sulle piattaforme digitali, da WhatsApp a Facebook fino a Tumblr, è l’indagine “Social media e digital trends 2022” dell’agenzia Blacklemon.

Il report è stato presentato ieri da Nicola Bellotti, amministratore delegato dell’agenzia, insieme con Luca Groppi, direttore generale di Confindustria Piacenza nella sede dell’Associazione imprenditoriale. Mi fa molto piacere ospitare quest’indagine sui social. E spero che diventerà una consuetudine annuale”, ha affermato Groppi. A questo mondo digitale “guardiamo con molto interesse con lo spirito che contraddistingue anche gran parte dei nostri progetti. Cioè l’idea di poter dare alle nostre imprese la consapevolezza di qual è lo scenario in cui si fanno progetti e strategie. Oggi parlare di tendenze digitali e di social media è fondamentale; e capire qual è il quadro diventa importante per poter fare delle scelte che siano le più opportune possibili”.

Sette province

L’indagine di Blacklemon prende in esame sette province: tre in Emilia, Piacenza, Parma, Reggio-Emilia; quattro in Lombardia, Milano, Monza-Brianza, Lodi, Pavia. E nell’ultima classifica delle città più digitali d’Italia il campione prescelto si posiziona largamente sopra la media nazionale. Milano infatti è al 2° posto dopo Firenze; seguita da Parma (10°), Reggio-Emilia (11°), Pavia (23°), Piacenza (25°), Monza (32°) e Lodi (37°).

Piacenza molto attiva

Bellotti nella sua analisi ha spiegato come Piacenza abbia numeri di tutto rilievo: sui 287.000 abitanti della provincia, sono ben 242.000 quelli che hanno accesso a internet e 205.600 ai social. “Oltre 200.000 persone su 287.000 è un dato molto alto, decisamente superiore alla media”, ha sottolineato il patron di Blacklemon.

Vince WhatsApp

Passando alle piattaforme digitali, Bellotti ha aggiunto che “WhatsApp è lo strumento più utilizzato a Piacenza in assoluto: 180.000 persone hanno un profilo attivo, o l’hanno aperto nell’ultimo anno. A seguire, c’è tutto il mondo Meta (che fa capo sempre a Mark Zuckerberg, ndr), molto attivo con Facebook, Instagram e Messanger, che si collocano tutte nei primi posti della classifica”.

Il caso YouTube

Dalla rilevazione di Blacklemon manca YouTube. “Perché non lo consideriamo più una piattaforma social ma una piattaforma che fa un mestiere leggermente diverso”, ha detto Bellotti. Tuttavia, “anche qui i dati sono simili: quasi 200mila utenti attivi” a Piacenza. E sulle fasce del report, ha aggiunto: “Noi rileviamo tendenzialmente le persone dai 16 ai 64 anni; su YouTube invece abbiamo rilevato anche la frequentazione della piattaforma dai 13 anni, ed emerge una grande presenza di giovani e giovanissimi che lo utilizzano nella quotidianità al posto della televisione”.

Occhio a Discord

Negli anni scorsi, “avevamo parlato tanto di TikTok, che oggi ormai rientra nel club mondiale del miliardo di utenti attivi; anche a Piacenza infatti è la 6ª piattaforma più utilizzata. Ma quest’anno la novità da tenere d’occhio è Discord, che nella top 15 è il 13° social più gettonato”, ha concluso il patron di Blecklemon.

E-commerce, delivery e pubblicità

Nel report presentato in Confindustria dall’agenzia piacentina si analizzano anche i dati di e-commerce e delivery. Sono 169.600 le persone che acquistano regolarmente in provincia beni di consumo online (non è considerato il B2B). La spesa annua stimata è di 200 milioni di euro. E sono 63.000 i piacentini che abitualmente ordinano cibo online. Un dato riferito soprattutto all’area urbana, dove sono più diffusi i servizi di consegna. Infine, secondo il report di Blacklemon la provincia di Piacenza offre un pubblico potenziale per l’advertising stimato in 175.000 persone.

+ posts

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione d’attualità in modo libero, indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

Articolo precedenteComunali di Piacenza, lo scontro tra Bonaccini e Cugini scuote il centrosinistra
Articolo successivoComunali di Piacenza: i Liberali al rush finale su lista e candidato sindaco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.