Spettacoli

Sanremo: al Festival sarà l’anno dei Fiorello?

sanremo-al-festival-sara-lanno-dei-fiorello
Da sinistra, Rosario e Beppe Fiorello

Sanremo parte sempre con mesi d’anticipo. Ed è già iniziata la caccia al conduttore della nuova edizione del Festival. Una scelta non facile dopo la fine dell’era Carlo Conti. Un triennio che ha lasciato il segno, con ascolti in grande spolvero, difficili da replicare. Così, dopo aver consegnato la direzione artistica a un fuoriclasse come Claudio Baglioni, adesso è il momento di decidere a chi affidare la gestione del palco dell’Ariston. Inizialmente in viale Mazzini hanno pensato “all’usato sicuro”. Cioè a volti storici, con un’indiscutibile dote di fan. E allora via con il toto-nomi, da Antonella Clerici (il suo sarebbe un ritorno) a Fabrizio Frizzi, da Amadeus a Virginia Raffaele, la vera rivelazione delle ultime due edizioni del Sanremo targato Conti.

Baglioni anche sul palco

Ma finora nessuna di queste soluzioni ha convinto tutti. La sfida col passato impone qualcosa di molto innovativo. E così sta prendendo forma un’ipotesi suggestiva, figlia di una serie di coincidenze forse non casuali. Per prima cosa è spuntata l’idea di mandare Baglioni anche sul palco dell’Ariston, per guidare un gruppo di presentatori. Una conduzione multipla, che mescoli volti noti del mondo del cinema, della canzone e della tv, capace di superare gli schemi tradizionali. Ma poi è arrivata una novità che potrebbe sbaragliare il campo da tutti i ragionamenti e le alchimie di questi ultimi giorni.

Sanremo e l’ipotesi Fiorello

Tra i nomi per affiancare Baglioni, è uscito anche quello di Beppe Fiorello. L’attore, che vale milioni di telespettatori quando va in onda con le sue fiction, più di una volta è stato ospite all’Ariston. E in più di un’occasione ha rivelato che un giorno gli sarebbe piaciuto condurre il Festival, magari al fianco del fratello Rosario. Guarda caso, proprio in questi giorni, Rosario ha annunciato la chiusura del suo programma Edicola Fiore per tornare al varietà con una trasmissione in seconda serata. E allora basta fare due conti e il gioco e fatto. Baglioni o non Baglioni, se Beppe e Rosario decidessero di fare coppia, sul palco dell’Ariston non ci sarebbe bisogno di nessun altro. E in Rai potrebbero dormire sonni tranquilli. Quella in arrivo sarebbe un’altra edizione di sicuro successo.

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.