Spettacoli

Saviano porta i re del crimine in tv

saviano-porta-i-re-del-crimine-in-tv

Saviano e i re del crimine. Da mercoledì 4 ottobre in prima serata lo scrittore sarà il protagonista di Kings of Crime. Quattro puntate dai contenuti inediti, in onda su Nove e in simulcast su tutti i canali del gruppo Discovery. Saviano racconterà tre delle organizzazioni criminali più grandi e potenti della storia, attraverso le biografie dei loro boss.  

La camorra di Ciruzzo ‘O Milionario

Si parte con la vicenda di Paolo Di Lauro, detto Ciruzzo ‘O Milionario, il boss napoletano a cui Saviano si è ispirato per costruire il personaggio di Don Pietro Savastano di Gomorra. E subito dopo il racconto dedicato a Di Lauro, ecco in seconda serata la puntata con l’intervista al collaboratore di giustizia Maurizio Prestieri. Un incontro avvenuto per la prima volta davanti alle telecamere tra lo scrittore minacciato dalla camorra e il boss che è stato per oltre 20 anni l’uomo di fiducia di Di Lauro. Prestieri alterna confessioni intime, racconti di violenze agghiaccianti e rimpianti per una vita di lussi sfrenati. “L’incontro con lui è stato personalmente durissimo”, ha raccontato Saviano all’Ansa. “Non avevo mai incontrato un boss davanti a una telecamera. E in questi casi bisogna anche smontare i messaggi che i pentiti vogliono lasciar passare”.

Dal Messico alla ‘ndrangheta

Mercoledì 11 ottobre si attraversa l’Atlantico per passare alla storia di El Chapo. Il narcotrafficante messicano che più di ogni altro incarna il potere contemporaneo del crimine organizzato. E la settimana dopo, il 18 ottobre, è la volta di Antonio Pelle. Un re fantasma, con una biografia che sembra ricalcare la storia della ‘ndrangheta, organizzazione potentissima e silente.

Biografie Doc

Ma che cosa differenzia King of Crime da altri programmi sulle storie della malavita organizzata? Prima di tutto, spiegano a Discovery, dopo oltre 10 anni trascorsi a descrivere il crimine attraverso scenari, relazioni e meccanismi, Roberto Saviano approda al racconto biografico televisivo. In più le tre storie personali – narrate agli studenti nell’Aula Magna dell’Università di Bologna – si dipanano attraverso un ricchissimo archivio video di materiali originali delle forze dell’ordine. E poi atti giudiziari, interviste e immagini inedite. Suoni, voci, volti e luoghi che restituiscono il paesaggio simbolico e fisico delle imprese criminali.

Saviano e la sfida di Discovery

Per Discovery Italia si tratta della prima serie factual della sua storia. Creata con Saviano e Federica Campana, scritta con Luca Monarca e prodotta con ZeroStories, Kings of Crime è stata pensata con un respiro internazionale. Dopo il debutto assoluto su Nove, arriverà infatti in America Latina, Spagna, Portogallo, Francia, Germania. Ma questa docu-serie ha un’altra particolarità. “È rivolta anche ai ragazzini che vedono ‘Gomorra’ e ‘Narcos’. E che tutto sommato non hanno interesse per la denuncia, ma per l’intrattenimento della violenza”, ha spiegato Saviano. “Può sembrare terribile, ma c’è una curiosità di sapere come si spaccia o si ammazza. E io ti faccio vedere i meccanismi e le regole dell’organizzazione”.

  

Il Mio Giornale.net ha solo un obiettivo: fare informazione indipendente e con spirito di servizio. Per aiutare i lettori a capire e scegliere, tenendo i fatti separati dalle opinioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.